In Sardegna nuovi fondi per le attività danneggiate dalla pandemia

Altri 73 milioni di euro per le categorie danneggiate.

“Settantatre milioni di euro per garantire un sostegno alle categorie danneggiate dalla pandemia: nessuno resterà escluso”. Con queste parole il presidente della Regione, Christian Solinas, commenta l’approvazione, stamane in Giunta, del disegno di legge dell’esecutivo, già trasmesso al Consiglio Regionale, che garantisce la piena copertura delle graduatorie dei beneficiari della Legge regionale del 23 luglio 2020 e degli altri strumenti messi in campo dalla Regione per alleviare le perdite economiche subite dalle categorie produttive per effetto della pandemia.

Con il disegno di legge, che sarà sottoposto martedì all’esame dell’Aula, “Ulteriori interventi a favore delle attività economiche e dei lavoratori seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19″, le imprese e i lavoratori autonomi potranno quindi ottenere i ristori attesi.

“Da questo ulteriore provvedimento – dice il presidente – emerge chiaramente il chiaro segnale di sostegno al tessuto economico produttivo della nostra Isola. Vogliamo dare ristoro a lavoratori e imprese senza lasciare indietro alcuno”. Grazie allo stanziamento complessivo di 72 milioni e 925mila euro, su risorse regionali, a tutte le graduatorie sarà garantita la copertura.

“Ad oggi – sottolinea l’assessore al Lavoro Alessandra Zedda – sono stati già stanziati 152 milioni e 365 mila euro sul Fondo Resisto e sugli altri strumenti messi in campo dalla Giunta a tutela dell’impresa e del lavoro. Erogate per indennità una tantum rivolta a lavoratori autonomi dei settori spettacolo, discoteche, piscine, scuole di danza, giostrai e ambulanti; sono in liquidazione i contributi per lavoratori senza dipendenti, per piccole, micro e medio imprese, così come per le grandi imprese del settore alberghiero, che oltre all’abbattimento del costo del lavoro possono accedere al Fondo Sfirs che mette a disposizione ulteriori strumenti. Sono in pagamento i contributi per cantine, mitilicoltori, apicoltori, tonnare. Sono inoltre state erogate risorse ai lavoratori disoccupati stagionali di tutte le categorie turistiche e il sostegno al reddito ai lavoratori delle zone di crisi (Ottana, Keller, etc) per i quali è stata erogata la prima parte dei benefici, ed è prossimo il pagamento della seconda tranche. È stato erogato, ricorda l’assessore Zedda, il rimborso ai lavoratori del Porto Canale di Cagliari per i corsi di formazione, mentre è in corso il bando per l’erogazione di un aiuto a lavoratrici domestiche e badanti e per le cooperative di tipo B”.

“Gli aiuti – continua l’esponente della Giunta Solinas – sono stati già erogati anche per agenzie viaggio, piccoli editori e lavoratori dello spettacolo con contributo di 2000 e 3000 euro; già predisposti bandi per 4 milioni di euro finalizzati alla formazione dei disoccupati, per i quali si stanno esaminando 88 progetti.  In merito alla categoria degli stagionali, legata sia alla filiera turistica che ad altri settori, l’assessore precisa che saranno liquidate tutte le istanze ammesse. Alle agenzie formative, alle quali è già stato erogato il ristoro di 5 mila euro per progetti di formazione rivolti ai disoccupati, è stato erogato il saldo del contributo per il costo del lavoro. Alla luce dei dati illustrati, è importante incrementare gli attuali stanziamenti per consentire lo scorrimento delle graduatorie e portarle a esaurimento. Si tratta di una manovra che consentirà di dare ristoro a tutte le categorie economiche e a tutti i lavoratori senza escludere alcuno, seguendo l’implementazione delle dotazioni finanziarie mediante l’utilizzo di risorse regionali che potranno essere integrate quelle che il Ministero del Sud assegnerà alla Regione Sardegna in seguito all’accordo bilaterale Governo-Regioni”,

(Visited 983 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!