Dopo il bilancio positivo del rally, la Porto Cervo Racing si prepara al 2023

Porto Cervo Racing

Il bilancio della Porto Cervo Racing.

Un bilancio positivo quello della Porto Cervo Racing sugli eventi del rally nel 2022. Ora la scuderia presieduta da Mauro Atzei è pronta per affrontare la 24esima stagione motoristica. La Porto Cervo Racing sarà presente con i suoi piloti e copiloti in numerose gare che si correranno in Sardegna e oltre mare, dove ci saranno delle novità.

Lo staff è già impegnato nell’organizzazione dell’11° Rally Terra Sarda e del 3° Rally Terra Sarda Storico in programma nel weekend 6-8 ottobre. Conferme e novità per la stagione 2023 della Porto Cervo Racing. La Scuderia presieduta da Mauro Atzei, si appresta a vivere un’altra stagione esaltante, ricca di novità e con diverse conferme da parte dei suoi associati. “Siamo soddisfatti, una stagione da incorniciare per i nostri piloti e co-piloti che si sono ben distinti nelle numerosissime gare in cui hanno partecipato”, ha commentato Mauro Atzei, presidente della scuderia Porto Cervo Racing, “con importanti vittorie nelle classi, nei raggruppamenti, buoni piazzamenti e belle vittorie nelle assolute come al Rally Internazionale Golfo dell’Asinara con l’equipaggio Auro Siddi-Giuseppe Maccioni e, tra le scuderie, in vari Rally e Velocità in salita”.

Dopo la positiva stagione 2022 iniziata con i riconoscimenti ai suoi portacolori ricevuti in occasione della Premiazione dei Campionati regionali ACI Sport e, sul lato agonistico cominciata in Puglia al Rally Costa del Gargano e terminata in Toscana al Rally del Brunello, la scuderia Porto Cervo Racing è pronta per affrontare, con l’entusiasmo, la professionalità e la lealtà che la contraddistingue, la ventiquattresima stagione motoristica. Tra i successi targati 2022, il 10° Rally Terra Sarda e il 2° Rally Terra Sarda Storico organizzati dalla Porto Cervo Racing sono stati la punta di diamante di un’intera stagione e di un intero staff che ha lavorato alacremente per accogliere quasi cento equipaggi che non sono voluti mancare all’appuntamento valido come ultima prova della Serie TER Tour European Rally e della Coppa Rally di Zona ACI Sport.

“Una grande stagione per i nostri Udg e per tutto lo staff, con il nostro Rally Terra Sarda di forte risonanza internazionale”, ha continuato il presidente Atzei, “un evento che ha avuto un grande impatto positivo sui piloti, sul territorio, sui partners e sulla gente. Dietro questo risultato c’è un lavoro di squadra che ha coinvolto più di quattrocento persone, che ringraziamo tutte, che ha visto Porto Cervo Racing in prima linea già diversi mesi prima della manifestazione”.

La promozione della Sardegna con il progetto Porto Cervo Racing e il Rally Terra Sarda.“La tradizione che incontra il motorsport, elementi distintivi di un unico grande progetto che unisce il nostro team – ha spiegato Mauro Atzei – lo strumento è stato il Rally Terra Sarda, un contenitore di emozioni capace di coinvolgere quindici nazioni e novantasette equipaggi. Tra la partenza di Tempio Pausania e le iniziative promosse all’interno del Molo Vecchio di Porto Cervo nella settimana del rally e nell’arrivo alla domenica con numeri impressionanti di presenze turistiche negli alberghi e nei bed & breakfast situati sia nella costa che nell’entroterra e di pubblico nelle prove speciali. Un ruolo decisivo lo hanno svolto le titolarità, dal TER – Tour European Rally, che ha richiamato sulle nostre strade esponenti di fama mondiale, alla Coppa Rally di Zona ACI Sport, cornice che ha permesso alla nostra isola di ospitare un gran numero di equipaggi provenienti dalla penisola, attratti dalla possibilità di qualificarsi alla Finale Nazionale Coppa Italia Rally”.

“La soddisfazione più gratificante, però, è stata aver condiviso il Rally Terra Sarda con la gente – prosegue – venuta per assistere, oltre che alla gara, anche ad una serie di eventi collaterali che hanno fatto leva sulla tradizione della nostra terra grazie anche al Villaggio Mirtò. Ripartiamo da queste soddisfazioni, dai sorrisi degli equipaggi all’arrivo e dai colori che hanno contraddistinto la decima edizione, un grazie a tutti i Comuni e partners che ci sostengono, ma soprattutto un plauso va alla Regione Sardegna, ai vari Assessorati, in particolare al Turismo e allo Sport con cui condividiamo la progettualità che è sempre stato il nostro modus operandi, progettualità volta a portare il marchio Sardegna e quindi tutto ciò che riguarda questa nostra bellissima terra (territorio, cultura, storia, prodotti, gente) nel mondo”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura