Golfo Aranci, continua lo scempio dei rifiuti abbandonati, siringhe tra i giocattoli

golfo aranci rifiuti

Vecchie discariche non bonificate dopo mesi, ma ne sorgono nuove.

Continua lo scempio dei cumuli di rifiuti di tutti i tipi abbandonati nelle campagne e nei pressi dell’abitato a Golfo Aranci. Tanto che la situazione, esasperata, sta già distruggendo l’immagine della piccola cittadina con fortissima vocazione turistica agli occhi dei tanti turisti già presenti sul territorio, come dimostrano le foto di una lettrice.

E’ ancora presente, dietro al guardrail della piazzola panoramica che dà su Porto Marana, una discarica già segnalata mesi fa direttamente alle autorità e anche attraverso Galluraoggi.it.

Nei pressi di questa discarica lavora un camion paninoteca, e la situazione è diventata insostenibile. Non è più soltanto una questione di decoro e di immagine pubblica. E’ in gioco anche la sicurezza, vista l’alta infiammabilità di alcuni degli oggetti abbandonati. Tra i rifiuti anche alcuni freschi che potrebbero attirare cinghiali e causare incidenti.

Le nuove discariche in giro per Golfo Aranci: Sos Aranzos.

Sono sorte, nel frattempo, nuove discariche abusive. Tra queste quella scoperta da una attivista a Sos Aranzos, dove tra i cumuli di rifiuti sono presenti anche flaconi di metadone e siringhe, insieme a giocattoli. Segno del degrado che sta lentamente avanzando anche nel piccolo comune gallurese, che fino a poco tempo fa sembrava essere immune da sacche di disagio sociale. Ma che evidentemente non lo è più, le foto delle siringhe parlano da sole.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura