La meningite torna a colpire in Gallura: morta una donna di 79 anni. Per l’Ats non esiste pericolo di contagio

L’anziana, che abitava a Golfo Aranci, era ricoverata nel reparto malattie infettive di Sassari.

La meningite torna a colpire la Gallura: dopo aver stroncato la giovane vita di Luca Pisano, il 19enne di Tortolì ucciso dalla malattia a inizio anno, stavolta ad avere la peggio è stata un’anziana signora, 79 anni, residente a Golfo Aranci.

A causarne la morte sarebbe stata una meningite da pneumococco, di tipo non contagioso. La donna era stata ricoverata sabato scorso all’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia, dove i medici avevano diagnosticato la meningite da pneumococco. Trasferita nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Sassari, l’anziana di Golfo Aranci non ce l’ha fatta. Il Servizio di Igiene e sanità pubblica dell’Ats-Assl di Olbia ha subito attivato come da protocollo l’indagine epidemiologica sui contatti, ma non è stato necessario svolgere alcuna profilassi. Trattandosi infatti di meningite da pneumococco, e non da meningococco, la stessa Ats assicura che non esiste alcun allarme per la popolazione. Le meningiti di tipo pneumococcico infatti sarebbero occasionali e senza carattere epidemico.

Dallo scorso dicembre a oggi  salgono così a nove i casi di meningite registrati nell’isola. Il primo caso fu quello della studentessa cagliaritana, poco prima dello scorso Natale. A inizio gennaio il caso più drammatico, quello di Luca Pisano, il 19enne di Tortolì ucciso nel giro di poche ore dal meningococco di tipo B, il più aggressivo.

(Visited 1.583 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!