Niente fisiatra e analisi solo per 10 persone, problemi all’ospedale di Olbia

La situazione della sanità ad Olbia.

All’ospedale di Olbia solo dieci pazienti al giorno possono fare le analisi al laboratorio pubblico. E così la sanità pubblica diventa come un terno al lotto per pochi fortunati. L’undicesimo paga, indipendentemente dal suo reddito. Lo fa sapere il consigliere comunale di minoranza Rino Piccinnu, durante l’ultimo Consiglio comunale.

“Io sono molto preoccupato perché per fare delle analisi in ospedale non le fanno – dichiara Piccinnu -. Bisogna farle nel privato, a più di dieci non possono farle e l’undicesimo deve mettere la mano al portafoglio e pagare. Fra questi c’è chi non può pagare e rinuncia. Ci sono anche persone che hanno avuto problemi, anche anziani, che sono caduti. Gli tolgono il gesso, ma non possono fare la fisioterapia perché ma non ci sono fisiatri all’ospedale di Olbia. Se vai a chiedere al Mater, la prima data disponibile è marzo del 2023. Ma questa situazione è ripetibile per tante altre discipline, dove chi ha i soldi si cura, altrimenti si muore”.

Il consigliere di opposizione ha chiesto al sindaco Nizzi di prendere posizione contro questa situazione, soprattutto dopo le ultime parole del promo cittadino, durante l’ultimo Consiglio comunale, il quale aveva chiesto ai consiglieri regionali della Gallura di imporsi per risolvere il problema dell’inefficienza della sanità locale. “Penso che sia utile – dichiara il primo cittadino – di fare un discorso chiaro con il governatore della Sardegna. E’ il presidente della Regione che ci deve dare una risposta”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura