Olbia, bottiglie pet riciclate in cambio di buoni spesa

Le bottiglie in cambio di buoni a Olbia.

Un’applicazione sul telefono, bottiglie di acqua, olio, latte, succhi, altre bevande e un compattatore tecnologico per il riciclo del Pet. Tre semplici ingredienti per una ricetta che consente di accumulare punti, aiutare l’ambiente e usufruire di sconti su alcune delle migliori produzioni enogastromiche e artigianali della Sardegna. Prosegue, grazie a un recente accordo con il Consorzio Coripet, il progetto di sostenibilità ambientale avviato dall’Emporio Mercato Produttori Sardegna, che da due anni riesce a concentrare a Olbia il meglio delle produzioni biologiche, a chilometro zero e non intensive dell’Isola. Da alcuni giorni la rivendita di via Nanni 37 ospita un macchinario compattatore per il riciclo delle bottiglie in plastica Pet. Uno strumento di vera economia circolare a disposizione di tutti i cittadini.

“È una nuova iniziativa che ben si adatta allo spirito della nostra attività – sottolinea il titolare, Salvatore Insinna -. È necessario scaricare l’app Coripet e portare nel nostro negozio le bottiglie di Pet senza rimuovere tappi ed etichette. In questo modo ogni utente può cominciare a raccogliere i punti che poi si trasformeranno in sconti sulle nostre produzioni d’eccellenza e in ticket per partecipare all’estrazione di premi. La nostra rivendita ha sposato da subito il concetto della qualità e della sostenibilità ospitando diversi piccoli imprenditori che propongono i loro prodotti enogastronomici e opere di arte sarda“.

All’interno dell’Emporio Mercato Produttori di Sardegna si trovano, infatti, birre agricole e artigianali del Centro e del Sud Sardegna, cesti del Nord dell’Isola, gioielli di arte sarda realizzati da Salvatore Insinna con alcuni dei simboli culturali e archeologici più riconoscibili, come le maschere tradizionali del Carnevale e i Giganti di Mont’e Prama. E poi ancora collane realizzate in oro vegetaleconfetture biologiche del nord della Sardegna, pane con farine altamente digeribili prodotto in Gallura, vini da agricoltura biologica del Goceano e da tutta l’Isola, miele, sottaceti, insaccati, liquori e formaggi soprattutto dal centro Sardegna.

“Le nostre scelte sono improntate al mangiare sano, all’attenzione all’ambiente e alla valorizzazione di artisti locali e delle produzioni non intensive. Crediamo – aggiunge Insinna – che la qualità dei prodotti e il rispetto della natura siano dei valori imprescindibili soprattutto in questa fase storica ed è per questo che invitiamo tutti i cittadini a frequentare il nostro punto vendita, sperimentare il nuovo sistema di riciclo del Pet che consente anche di avere dei risparmi sulla spesa e provare la proposta gastronomica, buona ed ecosostenibile, dei produttori sardi“.

Condividi l'articolo