La Cracking Art sbarca in Sardegna: la prima mostra a Olbia

Gli appuntamenti con la Cracking Art in Sardegna.

Nhood, società di servizi immobiliari focalizzata sugli immobili a uso misto e sulle riqualifiche urbane, nonché attore primario del mondo dei centri commerciali, organizza “RigenerArte”, la prima mostra di Cracking Art dell’isola, in collaborazione colMovimento Artistico Cracking Art.

Dal 15 agosto all’8 novembre 2021, un’invasione di sculture colorate e multiformi sarà esposta negli spazi delle “Gallerie Sardegna”, la nuova insegna che identifica il network dei quattro centri commerciali Nhood sardi (Olbia Mare – Olbia, I Fenicotteri – Santa Gilla/Cagliari, Porte di Sassari – Sassarie Marconi – Cagliari). L’obiettivo è valorizzare in tutti i centri le potenzialità e i servizi offerti oltre all’offerta commerciale e dare un contributo tangibile alla lotta al Cambiamento Climatico e all’Economia Circolare, obiettivi che Nhood si pone nel piano di attivazioni per generare impatto positivo, sul Pianeta, sulle Persone e sulla Prosperità.

Il primo dei progetti di animazione, cultura e sostenibilità ideati da Nhood è proprio “RigenerArte”. Oltre 400 opere d’arte prodotte in plastica rigenerata realizzate dal movimento artistico Cracking Art, collettivo nato nel 1993 con l’obiettivo di cambiare radicalmente la storia dell’arte attraverso un forte impegno sociale e ambientale. Sculture didelfini rosa, e poi cani, gatti, orsi, conigli, lupi, chiocciole e molti altri animali colorati si alterneranno nella prima mostra diffusa e itinerante della Sardegna, organizzata in quattro tappe:  

  • 15 agosto – 8 settembre – Centro Commerciale Olbia Mare – Olbia e nel Nuovo Lungomare;
  • 8 settembre – 26 settembre – I Fenicotteri – Santa Gilla/Cagliari e nel Lungomare Darsena;
  • 29 settembre – 17 ottobre – Porte di Sassari – Sassari e in Piazza Fiume;
  • 20 ottobre – 7 novembre – Centro Commerciale Marconi – Cagliari e in Piazza Garibaldi.

Esposizioni colorate e fantastiche che ravviveranno non solo le aree dei quattro centri commerciali Nhood, ma anche gli spazi degli scali aeroportuali di Olbia-Costa Smeralda, Alghero-Fertilia “Riviera del Corallo”, Cagliari-Elmas. Saranno 5 le sculture inserite all’interno di ciascun scalo che miglioreranno la permanenza dei clienti che frequentano i centri di Gallerie Sardegna e stupiranno passeggeri e visitatori in movimento sull’isola.

Il concorso fotografico.

In linea con la dimensione corale del movimento, è previsto anche un concorso fotografico digitale in cui saranno i clienti dei centri commerciali e i visitatori dell’isola a cimentarsi nelle fotografie ai grandi animali. I 40 fortunati vincitori del concorso saranno estratti entro il 26 novembre 2021 e gli scatti migliori si aggiudicheranno 10 “gift card” e buoni spesa per ogni centro commerciale del valore di € 100 l’una. Per partecipare basterà scattare una fotografia, pubblicarla sul proprio account Instagram inserendo gli hashtag #RigenerArte, #galleriesardegna e l’hashtag del centro commerciale o del nome del luogo in cui viene scattata la foto, sia in città che negli aeroporti. Inoltre ci si dovrà iscrivere sulla landing page dedicata www.galleriesardegna.it realizzata per l’evento. Il regolamento completo sarà disponibile sul sito dedicato alla mostra e sui siti dei quattro centri commerciali coinvolti.   

«Questo evento incarna i pilastri di Nhood: cultura, innovazione, prossimità e li porta concretamente sul territorio sardo attraverso la nuova insegna “Gallerie Sardegna” – dichiara Nadia Mombelli, Shopping Center Manager di Gallerie Sardegna di Nhood -. Questa non sarà soltanto la prima mostra di Cracking Art nell’isola, ma una delle prime forme con cui noi di Nhood raccontiamo la nostra nuova visione: far evolvere i centri commerciali da luoghi per lo shopping mordi e fuggi, a grandi piazze di incontro e svago, dove le persone possono vivere esperienze ed essere sensibilizzate verso temi importanti, primo su tutti quello di dare un contributo tangibile alla lotta al cambiamento climatico e all’economia circolare, obiettivi  che ci poniamo nel nostro piano di attivazioni per generare impatto positivo, sul Pianeta, sulle Persone, sulla Prosperità.»

“Ci siamo impegnati nel legare il nostro evento alle cause di prestigiose associazioni locali – prosegue Nadia Mombelli – dell’associazione CRAMA (Centro Recupero Animali Marini Asinara); di CEAS Isola di Sant’Antioco, Centro di Educazione Ambientale; di CEAS Santa Gilla, il Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità; di Ecoistituto Med’, Ecoistituto Mediterraneo, di SEAME Sardinia per la tutela e la conservazione del mare e delle sue risorse e della Riserva di Biosfera MAB “TEPILORA Rio Posada e Montalbo” – parco naturale regionale Posada Torpè Lodè Bitti.

La mostra si concluderà con un’asta benefica dove verranno battute tre delle opere esposte, e i cui proventi verranno devoluti a beneficio delle associazioni a tutela del patrimonio ambientale che sono state coinvolte nel progetto. Il progetto è stato possibile grazie al coinvolgimento delle istituzioni locali, con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, il patrocino del Comune di Cagliari, il patrocinio del Comune di Sassari e il patrocinio del Comune di Olbia.

L’inaugurazione ufficiale di “RigenerArte” si terrà martedì 17 agosto alle ore 11 al Centro Commerciale Olbia Mare alla presenza del Sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, e l’Assessore all’Istruzione Pubblica, Cultura e beni culturali, Sabrina Serra.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura