Olbia, voleva depilarsi il petto e finisce all’ospedale: medico denunciato

La vicenda è approdata davanti al giudice di pace.

Un trentenne di Olbia aveva deciso che tutti quei peli sul petto non gli stavano bene. Meglio ricorrere alla depilazione. Per questo si era rivolto ad un chirurgo estetico, per sottoporsi al trattamento che, almeno nelle sue intenzioni, avrebbe dovuto eliminare tutta quella indesiderata peluria.

Solo che evidentemente qualcosa non dev’essere andata per il verso giusto. E il giovane si è ritrovato all’ospedale “Giovanni Paolo II”, con il petto a strisce rosse e lesioni sulla pelle che hanno reso necessario il ricovero. E il trattamento estetico non proprio riuscitissimo è finito davanti al giudice di pace di Olbia.

Sotto accusa il chirurgo estetico che ha eseguito l’intervento, 62 anni, carrarese, che deve rispondere di lesioni personali colpose. Al giovane trentenne, che ha raccontato di essersi rivolto alla clinica Michelangelo di Olbia (del tutto estranea alle contestazioni) per rimuovere i peli dal corpo, e di essersi invece ritrovato all’ospedale, i difensori del chirurgo estetico hanno chiesto la documentazione medica che provi quanto sostenuto. La prossima udienza è stata fissata per il 26 marzo.

(Visited 3.850 times, 1 visits today)

Note sull'Autore