Pista ciclabile di via Aldo Moro, i commercianti aprono un credito di fiducia

Le reazioni dopo l’incontro di ieri.

Un confronto decisamente necessario quello tra il sindaco Settimo Nizzi e i commercianti di viale Aldo Moro visti tutti i dubbi e le preoccupazioni che sono emersi dopo la presentazione del progetto delle piste ciclabili di Olbia. Non mancate le polemiche durante la serata di ieri, ma l’incontro è stato tutto sommato positivo.

Ivan Martignon, che si è fatto portavoce dei commercianti della zona, si è detto soddisfatto del confronto. “Oggi abbiamo ottenuto qualcosa, almeno è un inizio. Per i lavori della pista ciclabile in viale Aldo Moro se ne riparlerà a settembre e ottobre. Questo ci permetterà di avere un po’ di respiro per la stagione”, ha spiegato. Un risultato tutt’altro che scontato visto che gli esercenti stanno cercando di riprendersi dalla crisi. Come lui stesso ha detto durante davanti a tutti: “Per noi, anche una sola persona persa, che non si ferma e non entra nei nostri negozi, nelle nostre attività, è una perdita importante”.

Piste ciclabili, il sindaco Nizzi tende la mano ai commercianti in rivolta

Non sono mancate poi le proposte alternative. Francesco Delitala, titolare dell’omonima farmacia, ha espresso un’opinione condivisa da molti dei presenti.”Vista la situazione di crisi che ha coinvolto persino noi della farmacia, sarebbe meglio iniziare a fare le piste ciclabili lontane da una via ad alto traffico, in modo che tutti si possano abituare a questa nuova realtà”, ha affermato.

Ma le perplessità non riguardano soltanto i commercianti. Eugenio, da ciclista, ha sollevato alcuni dubbi in merito al progetto. “Vista l’esperienza della pista ciclabile in zona Bandinu, non posso non essere preoccupato, visto che fu un disastro totale. Probabilmente ho capito male io, ma davvero la pista ciclabile sarà ibrida? Quello di oggi mi sembra un progetto ben peggiore”, ha commentato, riferendosi al fatto che le auto potranno occuparla in caso in cui non ci siano biciclette. Insomma, nessuna retromarcia dal Comune sul progetto, ma l’apertura a valutare possibilità alternative, se non l’idea dovesse funzionare. Per il momento, in ogni caso, se ne riparlerà dopo l’estate.

(Visited 774 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!