Un Primo maggio quasi spettrale a Olbia, tra brutto tempo e negozi tutti chiusi

Un Primo maggio quasi spettrale a Olbia.

Primo maggio sottotono ad Olbia. Strade deserte, serrande abbassate e gente in casa nella tradizionale giornata dedicata ai lavoratori. Complice il maltempo e la zona rossa, il centro gallurese è diventato quasi spettrale.

Strade deserte e contagi in diminuzione.

Se l’istituzione della zona rossa ha fatto sì che la maggior parte degli esercenti restassero con le serrande abbassate, e di conseguenza limitato l’uscita dei cittadini, è altrettanto vero che a pesare sulle uscite è stata la situazione legata ai contagi da coronavirus. Sono 624, infatti, i positivi. Numeri in calo, ma che tuttavia hanno spinto gli olbiesi ad uscire solo in caso di stretta necessità.

Le parole del sindaco.

“Il primo maggio è tradizionalmente un giorno di festa e grandi eventi per la nostra città. Oggi abbiamo il dovere di tutelare il futuro rispettando la zona rossa con comportamenti responsabili – ha commentato il sindaco, Settimo Nizzi -. Sono certo che attraverso la campagna vaccinale, presto saremo nuovamente padroni del nostro destino e pronti a festeggiare un nuovo inizio, in cui lavoro e libertà siano diritti imprescindibili del nostro futuro“.

(Visited 1.697 times, 2 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!