Il progetto di educazione stradale per gli alunni di Olbia

Il progetto Viaggio sicuro viaggio allacciato.

Ha fatto  tappa ad Olbia, il progetto di educazione stradale “Viaggio sicuro. Viaggio allacciato” ideato e pensato per le scuole d’infanzia e primarie dall’associazione dei carrozzieri non fiduciari Federcarrozzieri e finanziato dalle carrozzerie d’eccellenza del circuito nazionale Mio Carrozziere.

Da giovedì 21 febbraio, per quattro settimane, 179 bambini della scuola dell’infanzia e primaria Maria Rocca dovranno viaggiare sicuri e protetti ciascuno nella propria seduta. Dovranno inoltre verificare che i loro accompagnatori, genitori e parenti, rispettino le regole della buona guida e di una guida sicura.

“Abbiamo aderito immediatamente” ha dichiarato l’assessora Sabrina Serra, “ben sapendo quanto il fare quotidiano di tutti i giorni possa indurre nella tentazione di essere più permissivi, di concederci delle libertà che ci mettono in pericolo e fanno mettere in pericolo i nostri figli. Quindi quando il Sig. Mauro Cocco, coordinatore del circuito Mio Carrozziere, Mauro Cocco della Carrozzeria Decandia&Cocco di Olbia”.

La collaborazione fra pubblico e privato diventa essenziale nei nostri interventi, ha dichiarato Mauro Cocco, coordinatore regionale di Mio Carrozziere., il nostro gioco si fonda sulla complicità con l’indispensabile supporto della polizia locale, impegnata da anni nei servizi educativi volti alla prevenzione ed alla tutela delle regole. Con loro tutto è possibile ed il gioco è addirittura più avvincente. I bambini riconoscono in loro autorità e sicurezza. Noi offriamo il supporto tecnico.

I dati relativi agli incidenti stradali, riflettono ogni anno una realtà che incute timore. Nel solo 2016, l’Istat registra in Italia 175.791 incidenti stradali. I feriti sono stati 249.175, le persone che hanno subito lesioni gravi o sono morti entro il trentesimo giorno 3.283.

La distrazione alla guida risulta in quasi la totalità dei casi, la ragione generatrice di tutti gli incidenti: non si rispettano le precedenze, non si guida con le cinture allacciate, ci si distrae con il cellulare e si viaggia, anche in città, ad una velocità elevata. Il 41,5% degli incidenti è però causato dalla velocità: si superano i limiti consentiti e quasi mai chi è al volante ha la capacità di gestire una situazione di crisi. Educare alla sicurezza è possibile oltre che doveroso. Forgiare i più piccoli ad essere più attenti e rigorosi alle norme di sicurezza ed al comportamento da adottarsi a piedi come in auto o moto, crediamo sia un nostro dovere.  

La campagna Viaggio Sicuro, intende per questo anno 2018, concentrare la propria attenzione sulla adozione delle cinture di sicurezza in auto, sulla correttezza dei dispositivi di seduta da adottarsi in auto, sulle opzioni che il mercato propone in merito al trasporto dei più piccoli sulle due ruote.

Quale miglior modo di imparare se non giocando? Viaggio sicuro è un gioco a premi, un riconoscimento giornaliero e settimanale per ciascun bimbo che viaggerà in sicurezza, sedendosi nel seggiolino apposito ed allacciandosi senza capricci e con abilità la propria cintura di sicurezza. Il riconoscimento giornaliero sarà doppio se il bimbo costringerà i propri genitori, zii, nonni che lo accompagnano, a viaggiare allacciati.

Esistono migliori controllori e pungolatori dei nostri figli? Quando vogliono sanno essere ligi e severissimi. Ecco dunque che il gioco avrà inizio e sarà premiato a brevi distanze con riconoscimenti sempre di maggior pregio. Come per ciascun gioco, il livello successivo è più difficile ma riconosciuto da premi di maggior valore.

Si giocherà in Sardegna grazie alle iniziative delle carrozzerie d’eccellenza, Mio Carrozziere ed alla disponibilità degli Istituti scolastici ed Amministrazioni locali che hanno accolto con entusiasmo il progetto.

Si è dunque iniziato a Cagliari nella scuola inglese Chatterbox, a Sestu ed ad Elmas, in Collaborazione con la Città Metropolitana di Cagliari. Si è iniziato dunque ad Olbia in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Olbia e si proseguirà a Macomer, Bolotana per terminare a maggio ad Oristano.

Un totale di 1100 bambini che giocheranno a rispettare le regole, a viaggiare in sicurezza trascinando nel gioco delle regole e delle buone pratiche gli adulti della famiglia.

Prossimo appuntamento ad Olbia: a scuola mercoledì 27 per la consegna ad Olbia delle prime medaglie: quelle di bronzo. A seguire, quelle d’argento e per finire quelle d’oro premiate con massima solennità in aula consigliare alla presenza delle autorità cittadine e dei genitori.

(Visited 162 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!