Salvati i fondi per mettere in sicurezza Olbia dal rischio idrogeologico

I fondi per il rischio idrogeologico a Olbia.

Approvata dal Parlamento l’ordine del giorno che salva i 150 milioni per mettere in sicurezza Olbia dal rischio idrogeologico. L’ordine del giorno era stato presentato dal deputato Nardo Marino (M5S) e membro della Commissione Trasporti alla Camera. Con il documento è stata chiesta che venga fatta anche la ricognizione delle cause che hanno portato ad uno stallo, affinché Olbia venga messa al riparo dal rischio idrogeologico.

Nel decreto legge agosto, Marino ricorda i danni delle alluvioni del 2013 e 2015 e il mancato impegno della Regione Sardegna, che in 7 anni non ha dato un parere definitivo sul Piano di mitigazione in una città ad altissimo rischio. “I fondi blindati erano in odore di scomparire dai bilanci visto i lavori devono partire entro gennaio 2021 – ha aggiunto il consigliere comunale pentastellato Roberto Ferinaio -. Avevamo chiesto a questa amministrazione quali fossero le interlocuzioni con la Regione per capire lo stato dei progetti per la salvaguardia idraulica della città. Il fatto che però i fondi siano blindati non ci garantisce se e come verranno spesi. Allora abbiamo richiesto, visto che 7 anni di stallo sono troppi, una ricognizione sulle cause che hanno prodotto lo stallo”.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura