Il ricordo della Gallura ha il nome dell’artigianato Pasella

L’artigianato Pasella si trova anche a Olbia.

Quello che conosciamo oggi come Artiginato Pasella, con il negozio in Corso Umbero a Olbia, nacque il 28 maggio del 1972 come una piccola bottega di lavorazione del sughero che si tramandava di generazione in generazione. L’ingegno di Domenico Pasella lo portò a sviluppare l’idea di utilizzo del sughero in maniera innovativa, ricavandone dalla lavorazione oggetti di artigianato, scatole, agende, oggetti di arredamento in concomitanza con la nascita della Costa Smeralda, dove poter lanciare questo innovativo mercato.

Il punto di forza di questa azienda è senza dubbio il reinventarsi continuamente, offrendo al proprio cliente la soluzione migliore per soddisfare le proprie esigenze. Una vasta gamma di prodotti artigianali tradizionali e moderni, che spaziano dal sughero, ai gioielli, ai tessuti fino alle ceramiche legando la tradizione ad uno sguardo innovativo rivolto al futuro per mostrare ai propri visitatori a 360 gradi, tutto ciò che di bello c’è e si produce in Sardegna.

”Uno degli aspetti su cui puntiamo tanto come azienda e come team è il far vivere un’esperienza piacevole al cliente durante la sua visita. Noi siamo un anello della sua esperienza in Sardegna, non vendiamo cose necessarie, ma vendiamo un ricordo della loro visita in Sardegna” ci spiega Giovanni Pasella.

Una peculiarità dell’artigianato Pasella è la produzione propria dei manufatti. Infatti, nel loro laboratorio di Calangianus vengono prodotte le tradizionali ceramiche lavorate e dipinte a mano, con le classiche pavoncelle tipiche della tradizione sarda e apprezzatissime dai visitatori, ma anche le ceramiche più moderne a tema marinaresco.

All’artigianato di produzione propria sono affiancate eccellenze sarde che hanno fatto dei loro prodotti dei veri e propri gioielli preziosi e che Pasella vuole valorizzare. All’interno del negozio si possono trovare pezzi unici e rari, come tappeti d’autore, ceramiche particolari, coltelleria e gioielleria tipica di un determinato luogo, con uno sguardo particolare ai prodotti di giovani artigiani sardi e le loro innovative creazioni.

”Siamo alla continua ricerca di artigiani e aziende che come noi vogliono condividere ciò che di bello si produce in Sardegna, oggetti identitari della nostra regione, cercare articoli tradizionali da reinterpretare in chiave più moderna e altri che mantengano fedelmente la tipicità del prodotto”, aggiunge Giovanni.

Si possono trovare pezzi caratteristici come i cestini di Sinnai, di Flussio, di Bosa, le maschere tradizionali del carnevale, oppure i coltelli dei migliori artigiani che arrivano da Pattada, da Arbus e Santulussurgiu.

I tappeti fatti a mano a pibiones dei tessitori di Villamassargia, pezzi unici della collezione di Maria Lai e delle sue tessitrici. Quello che traspare entrando nell’artigianato Pasella è la cura del dettaglio, della scelta dei prodotti, della gentilezza e l’entusiasmo nel voler mostrare al pubblico orgogliosamente ciò che di bello e particolare la Sardegna produce e ne fa un’eccellenza.

(Visited 411 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!