Addio a Maurizio Costanzo, il suo forte legame con la Sardegna

La Sardegna piange Maurizio Costanzo.

È morto, all’età di 84 anni, il noto presentatore televisivo e giornalista, Maurizio Costanzo. Era fortemente legato alla Sardegna e non ha mai nascosto il suo amore per l’isola. Nel 1976 l’esordio con il suo primo talk “Bontà loro” fu seguito dalla conduzione di alcune trasmissioni per l’emittente regionale Videolina.

Da decenni conduceva il Maurizio Costanzo Show, dove si sono avvicendati migliaia di personaggi. Dall’ex presidente dell’Unione Sovietica Michail Gorbačëv a Sofia Loren, da Giovanni Falcone a Dario Fo. Complessivamente sono stati oltre 45mila gli ospiti che hanno partecipato alla trasmissione condotta nel teatro del quartiere Parioli in Roma.

Erano numerosi i legami di Maurizio Costanzo con i personaggi che hanno scritto la storia della Sardegna. Tra questi la compianta Maria Carta, considerata “una donna e un’artista straordinaria”. Stesso discorso per l’ex presidente della Repubblica, ed ex presidente del Consiglio, Francesco Cossiga, che partecipò ad una trasmissione del celebre programma. Non riuscì, invece, ad intervistare l’ex segretario del partito comunista italiano Enrico Berlinguer.

Forte l’amicizia con l’imprenditore Nicola Grauso. Ogni domenica Maurizio Costanzo si recava a Cagliari per registrare un talk show per Videolina. E fu proprio in Sardegna, a Is Molas, la prima vacanza con la moglie Maria De Filippi. Continuava a considerare suo erede Giovanni Floris ribadendo, in diverse occasioni, tutta la sua stima. Ebbe inoltre l’opportunità di condurre Amedeo Nazzari, restando colpito dalla sua passione per gli abiti.

Condividi l'articolo