Atletica leggera, Filippo Tortu campione europeo U20

La splendida impresa del velocista tempiese.

La Sardegna ha un altro campione d’Europa. Filippo Tortu si è infatti aggiudicato ieri la gara dei 100 metri alla rassegna continentale juniores in corso a Grosseto. L’impresa dello sprinter di origini tempiesi assume ancora maggior rilievo in quanto l’ Italia non era sinora mai salita sul gradino più alto del podio della specialità agli Europei di categoria. Tortu, capitano della spedizione azzurra, ha messo in fila tutti gli avversari con una progressione travolgente che lo ha portato a tagliare per primo il traguardo con il tempo di 10″73. Il riscontro cronometrico è figlio di un fortissimo vento contrario che ha frenato la corsa del velocista gallurese. Poco importa. Ciò che contava era la medaglia d’oro. A caldo Tortu ha così commentato. “Questo era l’obbiettivo dell’anno, ora sotto con una staffetta che si può togliere delle soddisfazioni”.

La vittoria sulla pista maremmana porta definitivamente alla ribalta il campione nato a Milano che ha iniziato a correre all’età di 12 anni allenato dal padre Salvino, ex velocista di Tempio Pausania. Nel 2013 vince gli 80 metri ai campionati italiani cadetti, mentre l’anno successivo si laurea campione italiano allievi dei 200 metri. L’anno dopo alle Olimpiadi giovanili di Nanchino in Cina  durante le batterie dei 200 metri, cade sulla linea d’arrivo, rompendosi entrambe le braccia e non potendo quindi disputare la finale. Nel 2016 ecco il suo primo titolo italiano assoluto: Tortu si aggiudica la gara dei 100 metri in 10″32.

Sempre l’anno passato conquista la medaglia d’argento nei 100 metri con 10″24 ai mondiali under 20 di Bydgoszcz in Polonia. Detentore del primato italiano juniores con 10″15,  l’8 giugno scorso poco dopo aver incantato nei 200 metri al Golden Gala di Roma si procura una distorsione alla caviglia che gli impedisce di partecipare ai campionati assoluti.  Il 19enne ha recuperato l’infortunio nel miglior modo possibile sbaragliando con assoluta tranquillità la concorrenza europea. Adesso all’orizzonte ci sono i mondiali di Londra dove Filippo sogna di gareggiare con l’inarrivabile Usain Bolt.

 

(Visited 117 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!