Basket, la partenza sprint della Santa Croce

Coach Mazzoleni racconta il buon avvio in Serie C della Santa Croce.

La Nivea Santa Croce Olbia bissa il successo della prima giornata (a spese del Sant’Orsola Sassari) rimandando a casa a mani vuote la corazzata Ferrini Quartu, sconfitta sabato al Pala Da Tome per 76 a 68. Un match tiratissimo al cospetto di una delle favoritissime per il salto di categoria in un torneo di Serie C che la matricola gialloblù affronta con umiltà, ma anche con consapevolezza dei propri mezzi. Coach Giampaolo Mazzoleni racconta i primi passi stagionali: “La fase iniziale della preparazione si è concentrata soprattutto sulla parte fisica coordinata da Gianni Mei, base fondamentale per quella tecnica”.

Santa Croce che si è presentata ai nastri di partenza con la stessa intelaiatura che l’anno passato ha dominato il campionato di Serie D: “Abbiamo ritrovato gradatamente la nostra compattezza di squadra, le nostre certezze mentali e i nostri schemi di gioco“. Che torneo sarà? “L’equilibrio la farà da padrone. Il livello si è notevolmente elevato”. Quale sarà il ruolo della Santa Croce? “Siamo una matricola che è partita bene. Andiamo avanti partita per partita. Stiamo vivendo ancora la fase di ambientamento”. Un gruppo coeso. “E’ la nostra arma in più”. Un mix interessante tra esperienza e gioventù. “Voglio che i giovani dimostrino in allenamento di aver compreso quello che voglio da loro. Se così sarà avranno di sicuro lo spazio che meriteranno consentendo al roster di poter contare su maggiori rotazioni“.

Con la Ferrini un successo di prestigio: “L’abbiamo costruito con un gran lavoro difensivo riuscendo poi a liberare le nostre soluzioni in attacco”. Piedi per terra. “L’entusiasmo è essenziale, ma siamo solo all’inizio di un percorso lungo e difficile”. Margini di miglioramento. “A mio parere sono evidenti. Dobbiamo continuare ad impegnarci in palestra come abbiamo sempre fatto”. Massima concentrazione. “In D potevamo anche rilassarci avendo la possibilità gestire vantaggi molto ampi. Quest’anno si combatte punto a punto. Il minimo calo di tensione può essere fatale”. Sabato prossimo altro turno interno contro l’Esperia Cagliari. “Un altro avversario molto tosto. Giocano un’ottima pallacanestro e arriveranno ad Olbia sulle ali dell’entusiasmo per aver battuto le due pretendenti alla vittoria finale”. Cosa chiederà Mazzoleni ai suoi ragazzi? “Di mettere in campo la nostra mentalità e il nostro modo di essere. Potremo così confermare il nostro valore”.

(Visited 198 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!