Calcio, Eccellenza: il Porto Rotondo perde con la Nuorese e recrimina sugli episodi

Due gol subiti sarebbero frutto di interpretazioni arbitrali controverse.

Il Porto Rotondo non riesce a continuare la striscia positiva e incappa in una sconfitta casalinga maturata nel secondo tempo. Tre a due per la Nuorese e amaro in bocca per una partita dominata nel primo tempo, chiuso sul 2 a 0.

Il Porto Rotondo passa in vantaggio al 2′ minuto. Tiro di Mascia da fuori area, Mulas si avventa sul pallone respinto dal portiere e fa gol. Poco dopo, bella discesa di Saggia sulla fascia sinistra, cross al centro, e i biancazzurri sfiorano il raddoppio. Derosas raddoppia all’8′, spingendo in rete un pallone vagante dopo il tentativo del solito Mulas respinto dal portiere della Nuorese. Bella discesa di Alessandro Rassu sulla fascia destra a propiziare la rete. Il Porto Rotondo gioca bene e domina, la Nuorese attende e non riesce a produrre apprezzabili occasioni da gol.

Il Secondo tempo è iniziato con la prima rete della Nuorese, giunta al 3′ con una azione che ha suscitato le polemiche degli olbiesi. Un giocatore della Nuorese in posizione di fuorigioco stava per calciare il pallone a rete. Rassu nel tentativo di contrastarlo ha infilato la sfera nella propria porta. Per il Porto Rotondo il giocatore della Nuorese ha influito nell’azione, dato che Rassu ha cercato di anticiparlo. Il guardalinee ha alzato la bandierina, ma l’arbitro ha ritenuto che il giocatore della nuorese non abbia partecipato all’azione e quindi ha convalidato l’autorete di Rassu. Al 28′ nuovo episodio dubbio. Un difensore del Porto Rotondo ha tentato di mettere il pallone in angolo di petto, ma l’arbitro ha fischiato e ha assegnato un calcio di rigore alla Nuorese. Caboni ha tirato il rigore ed ha segnato la rete del 2 a 2. Al 39′ la Nuorese ha trovato la rete del definitivo 2 a 3 con il tiro da fuori area di Cocco. Al 92′ ultimo episodio controverso della partita. Un difensore della Nuorese nel tentativo di controllare il pallone di petto avrebbe colpito la sfera col braccio in area. Ma la decisione è stata diversa e il fallo di mano giudicato involontario, suscitando le proteste del Porto Rotondo.

Abbiamo fatto una grande prestazione, e questa partita è stata decisa da episodi. Capita spesso quando non c’è una squadra che prevale sull’altra. Ma questa volta non si tratta di episodi di gioco. Tutti sbagliano, giocatori, allenatori, e anche gli arbitricommenta con amarezza mister Simone Marini -. Sono nel calcio da circa 36 anni, ma non mi stupisco più di niente. Ma se vedi un guardalinee sbandierare un fuorigioco e il difensore che per contrastare l’attaccante in fuorigioco fa autogol, non posso pensare che l’attaccante non abbia influito sull’azione. Il calcio di rigore su fallo di mano non l’ho visto bene, ma lo stesso episodio nell’area di rigore della Nuorese è stato valutato diversamente. Mi dispiace perchè i ragazzi hanno fatto un gran primo tempo. Immaginavamo che nel secondo tempo avremmo potuto soffrire, e contro la Nuorese ci può stare. Poi prendi gol così… E’ una sconfitta che ci dà ugualmente morale, perchè abbiamo giocato alla grande. Siamo stati bravi, vista la situazione che si è creata, a non perdere la testa e continuare a giocare come sappiamo fare, col pallone a terra, creando occasioni fino all’ultimo. La Nuorese ha saputo respingere i nostri tentativi nel secondo tempo. Sono più che soddisfatto della prestazione dei nostri giocatori. Ripartiamo dalla buona prestazione di tutti, giovani e meno giovani, titolari e subentrati, contro la Nuorese, che è un’ottima squadra, costruita per altri obiettivi, e che con noi ha sofferto. Sono tante le note positive da ricordare oggi, tutto tranne il risultato”.

Fedele Derosas, autore di una delle due reti del Porto Rotondo, commenta così la sconfitta: “Meritavamo i tre punti, che non sono arrivati. Sarebbe stato più bello se il mio gol fosse servito per conquistare i tre punti, o almeno un pareggio. Ci meriteremmo di stare ampiamente nella zona salvezza, l’obiettivo della squadra è la salvezza, e quest’anno, alla luce delle prestazioni, possiamo puntare a una salvezza tranquilla. Sono felice per il gol ma c’è amarezza per il risultato. Ho fatto il classico taglio dell’esterno sinistro. Mulas ha tirato, il pallone è rimasto là, io me lo sono portato sul destro e l’ho calciato in rete. Lo dedico a mio babbo, che si ammazza per me, e anche a mio nipotino, mia sorella e mia mamma“.

PORTO ROTONDO: Melis, A. Rassu, Faedda, Saggia, Budroni, Muzzu (45′ 2°t. Putzu), Malesa, Derosas, Mulas, Mascia (25′ 2°t G.Rassu), Passalenti (31′ 2°t. Piemonte). IN PANCHINA: Deiana, Vitiello, Tusacciu, Fresu, Zenia, Nieddu. ALLENATORE: Marini.

NUORESE: Buoniconti, Sau, Piriottu (1’2°t. Manca), Meloni, Chessa, Merenda (1′ 2°t. Corda), Aiana, Piga, Ragatzu (4′ 2°t. Illario), Cocco, Caboni. IN PANCHINA: Monni, Moncelsi, Sanna, Piressa, Santoro, Poggiu. ALLENATORE: Prastaro.

RETI: 2′ Mulas (PR), 8′ Derosas(PR), 48’A.Rassu (aut. N), 73′ Caboni (Rig, N), 86′ Cocco (N).

AMMONITI: Porto Rotondo (Saggia, Budroni, Faedda), Nuorese (Sau, Aiana, Piga, Cocco, Corda).

(Visited 599 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!