Calcio, il Porto Rotondo inizia l’anno con un pareggio

Rotelli Graziano, Mascia Alessandro

Uno zero a zero frutto di una partita equilibrata.

Pareggio tutto sommato giusto, poche occasioni da gol tra Porto Rotondo e Ferrini Cagliari. Brave le difese a fermare le poche sortite offensive opposte nell’arco dei 90 minuti di gioco. Tutte le parate dei portieri sono nate da palle offensive poco pericolose, o da prese alte su cross dalle fasce. Si registrano una parata in angolo di Luca Melis con il pallone che in mischia era schizzato verso la porta. Dall’altra parte, Sarao, portierone alto 2 m e bravo sia sulle palle basse che sulle palle alte, ha fatto suoi tutti i cross dalle fasce del Porto Rotondo, che nel secondo tempo hanno iniziato a essere numerosi. La partita si è giocata soprattutto a centrocampo, dove le azioni d’attacco sono state neutralizzate per bravura delle difese oppure per la scarsa cattiveria degli attaccanti. L’occasione della partita è capitata a Pilosu, che ha ricevuto il pallone nell’area piccola su cross di Derosas, ma il pallone prima di entrare in rete è stato respinto sulla linea da un centrocampista della Ferrini Cagliari. Da segnalare nel primo tempo l’uscita di Saggia per un infortunio al bacino, ancora da valutare l’entità dell’infortunio.

L’allenatore in seconda del Porto Rotondo Graziano Rotelli ha rivendicato il finale in crescendo della squadra: “Abbiamo pareggiato, ma avremmo potuto anche ottenere qualcosa di più, soprattutto per il finale in crescendo in cui la Ferrini Cagliari non ha badato all’estetica spazzando spesso il pallone, e noi abbiamo iniziato a portarci a ridosso della loro area con costanza e con molte azioni sulle fasce. Purtroppo, – prosegue Rotelli -, in avanti siamo stati poco concreti sottoporta. In alcune occasioni, anche con conclusioni sporche, avremmo potuto essere più pericolosi. Ci sono mancate la cattiveria e la concretezza. In fase difensiva abbiamo corso pochissimi rischi, la difesa è stata brava ad annullare l’attacco avversario. Avevamo preparato bene la partita e sapevamo che il loro Argiolas sarebbe stato una continua spina nel fianco, ma l’abbiamo contenuto senza nessun problema. Il pareggio è giusto, ma se fosse assegnabile una vittoria ai punti, sarebbe sicuramente nostra. Per noi ormai sono tutte finali, è un punto guadagnato che ci consente di restare aggrappati al gruppone, e di distanziare chi sta dietro di noi. Abbiamo perso Saggia che stava disputando un’ottima partita, ma Vitiello, che è entrato per sostituirlo, ha fatto veramente un’ottima partita. Meriteremmo una posizione più tranquilla, perché troppe volte abbiamo visto sfuggire la vittoria o il pareggio negli ultimi minuti“.

Alessandro Mascia, capitano della squadra, ha confermato la disamina di Rotelli: “È stata una partita molto equilibrata. Sappiamo che si tratta di un’ottima squadra con giocatori di livello, ma per noi ormai sono tutti scontri diretti e dobbiamo cercare di capitalizzare con tutti. La vittoria sarebbe stata certamente la spinta giusta per iniziare il 2020, ma è un ottimo pareggio contro una squadra forte”. Il Porto Rotondo ha giocato una buona partita, pur non trovando la via del gol: “È stata una buona prestazione, purtroppo ci è mancata la conclusione a rete perché abbiamo fatto molte buone azioni ma pochi tiri in porta. A parte due tiri respinti proprio quasi sulla linea di porta, non siamo stati incisivi in attacco. Prestazione positiva ma ci manca ancora qualcosa“. Mascia, con l’arrivo di Pilosu, gioca più arretrato, pur mantenendo le sue caratteristiche di gioco offensive da trequartista, ha anche compiti difensivi: “Indubbiamente, mi diverto di più quando gioco più in avanti, perché ho più libertà e anche più facilità di cercare la conclusione. In posizione più arretrata ho più responsabilità in fase difensiva e vado di meno al tiro, ma io metto la mia esperienza e il mio gioco a disposizione della squadra in ogni occasione. Abbiamo dimostrato anche stavolta di essere alla pari con l’ottimo avversario di turno e di essere una squadra che non molla e dà del filo da torcere a tutti perché si vuole salvare“.

PORTO ROTONDO: Melis, Faedda, Malesa, Saggia, Budroni, Rassu, Pilosu, Derosas, Mulas, Rassu, Mascia, Tusacciu. IN PANCHINA: Deiana, Muzzu, Rassu, Muroni, Piemonte, Fresu, Vitiello, Frisciata, Cassitta. ALLENATORE: MARINI. SOSTITUZIONI: 33’1t Vitiello per Saggia, 26’2t Piemonte per Derosas, 30’2t Muzzu per Rassu, 35’2t Muroni per Tusacciu. AMMONIZIONI: Mascia, Budroni, Muzzu.


FERRINI: Sarao, Patteri, Cuccu, Aresu, Jah, Sigismondo, Argiolas, Bonu, Podda, Murgia, Argiolas. IN PANCHINA: Pani, Pancotto, Lecca, Simoni, Pilloni, Baire, Jeaju, Usai. ALLENATORE: Pinna. SOSTITUZIONI: nessuna. AMMONIZIONI: Patteri, Jah, Argiolas, Sarao.

(Visited 327 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!