L’Hermaea conclude la stagione con una sconfitta contro Marsala

Un grande pubblico che capisce le difficoltà saluta calorosamente le Olbiesi.

Cala il sipario sulla stagione dell’Hermaea. La squadra di coach Anile non è riuscita a congedarsi dai tifosi del PalAltoGusto con una vittoria, e ha alzato bandiera bianca in tre set contro la Sigel Marsala. Le biancoblù hanno provato in ogni modo a chiudere la stagione con un sorriso, producendo una prestazione tutto sommato positiva. La fortuna, però, non ha sorriso nemmeno stavolta a Barazza e compagne, che hanno dovuto concedere l’intera posta in palio alle siciliane.

L’avvio è tutto di marca Sigel: con la statunitense Schwan sugli scudi, Marsala si  porta presto avanti sul 2-7, portando Anile a spendere il primo timeout della gara. L’Hermaea prova a ricucire al ritorno in campo, e dopo essere stata ricacciata indietro sul 5-12, riesce a tornare nella scia delle siciliane grazie agli attacchi potenti e precisi di Fiore (13-16). Sfruttando un errore in battuta di Maruotti, Marsala riprende in mano l’inerzia del set (17-21), ma l’Hermaea piazza immediatamente un contro break (20-22). Nel finale di set decide ancora Schwan, che mette in difficoltà la ricezione di Modena firmando il punto del definitivo 20-25 in favore di Marsala.

Nella seconda frazione a partire meglio sono le olbiesi (3-0 con i punti chiusi da Hurst e Tajè). Marsala torna subito a contatto, ma Fiore è in grande spolvero e mette a terra il 10-7 Hermaea con un delizioso pallonetto che scavalca il muro. Schwan costruisce la nuova rimonta marsalese, poi le due squadre sono protagoniste di una lunga fase di equilibrio. Sul 16 pari Marsala tenta la fuga, approfittando di una ricezione errata e di un fischio arbitrale molto contestato dall’Hermaea. Anile inserisce Giometti in banda al posto di Maruotti, ma la sostanza non cambia: Gabrieli, con un perfetto primo tempo, regala alla Sigel anche il secondo set sul 18-25.

Nel terzo parziale si comincia punto a punto, poi le biancoblù trovano un buonissimo turno in battuta di Maruotti e ne approfittano per arrivare fino al +4 (12-8). L’Hermaea tiene a lungo la testa del punteggio ma non riesce a scrollarsi di dosso le siciliane (parità a 18 e nuovo timeout Anile). Al rientro in campo Fiore è nuovamente protagonista dell’allungo che pare decisivo ai fini della conquista del set. Il pallonetto vincente di Tajè regala all’Hermaea ben quattro palle set, che vengo però annullate, una dietro l’altra, dalla Sigel. Si va ai vantaggi, e pure qui l‘Hermaea non viene aiutata dalla sorte: sul bel diagonale di Maruotti gli arbitri non ravvisano il tocco del muro e assegnano a Marsala il punto che vale la vittoria piena.

Alla fine della gara la squadra è stata comunque salutata con un caloroso applauso dal pubblico: a prescindere dai risultati del campo, lo stile Hermaea continua a essere di Serie A.

VOLLEY HERMAEA OLBIA – SIGEL MARSALA 0-3 (20-25 18-25 25-27)

VOLLEY HERMAEA OLBIA: Barazza 7, Fiore 15, Hurst 8, Taje’ 9, Bacciottini 1, Maruotti 7, Modena (L), Giometti, Mele. Non entrate: D’Elia, Padula. All. Anile. SIGEL

MARSALA: Angeloni 13, Gabrieli 7, Taborelli 5, Schwan 12, Cosi 4, Avenia 1, Ameri (L), Luzzi 7, Salvestrini 2, Vaccaro, Turla’. Non entrate: Donarelli. All. Aiuto. ARBITRI: Salvati, Merli. NOTE – Durata set: 23′, 22′, 32′; Tot: 77′.

(Visited 56 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!