Le vacanze particolari di mister Mauro Giorico all’Arzachena

L’allenatore dell’Arzachena a Coverciano per la patente di Lega Pro.

Con il corpo nella sua Alghero e con la mente a Coverciano. Mauro Giorico sta ancora smaltendo l’adrenalina del trionfo della sua Arzachena in Serie D, ma non può godersi l’estate come vorrebbe: “Lunedì parto per Coverciano. Rientrerò il 22 luglio”. Lo attende il corso Uefa A, il cui superamento gli consentirà di avere la patente per allenare in Lega Pro. Si, perchè l’anno prossimo l’ Arzachena giocherà in Lega Pro. “Non ci siamo ancora seduti con la società per parlare di rinnovo, ma in linea di massima penso non ci saranno problemi”.

Un’avventura ricca di fascino e insidie. “Qualora l’accordo arrivasse ritengo che 5 o 6 giocatori di esperienza della scorsa stagione costituirebbero una buona ossatura. Ma la costruzione di un’intelaiatura in grado di raggiungere la salvezza dipende dal budget a disposizione”. Un salto considerevole. “Il livello tecnico è nettamente più alto. Il fatto che in Lega Pro non ci sia l’obbligo di schierare gli “under” aumenta l’indice di difficoltà”. Il tecnico catalano è, come al solito, più realista del re. “Giocare in Serie C è fonte di prestigio e visibilità: questo è un aspetto che i giocatori devono valutare aldilà dei risvolti economici”.

La piazza è entusiasta. “E’ un successo che resterà nella storia di Arzachena. Ottenere la salvezza sarebbe un altro capitolo di quella che è in tutto e per tutto una favola vera”. Mauro Giorico prepara le valige per la Toscana e osserva l’orizzonte. Che è al 99% è biancoverde, anche se non può ancora affermarlo ufficialmente. Lo attendono 45 giorni di lezioni e riflessioni. “Ho letto l’elenco dei partecipanti. C’è Esteban Cambiasso”. L’asso argentino come compagno di banco. Coincidenze della vita. Che ti conquisti vincendo campionati. Con competenza, passione e sardità. In bocca al lupo mister.

 

 

(Visited 274 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!