L’Olbia vince a Como e sale al terzultimo posto in classifica

olbia calcio como

La squadra adesso crede nella salvezza ed ha già agganciato due dirette concorrenti.

L’Olbia espugna il Sinigaglia di Como con una prova maiuscola, dominando i duelli in tutte le zone del campo, proprio come il tecnico aveva richiesto alla vigilia. I tre punti portano la squadra gallurese a quota 24, permettendogli di agganciare Gozzano e Pergolettese al terzultimo posto in classifica.

I tre punti, sul tabellino dei marcatori, portano la firma di Andrea Cocco su assist di Ogunseye, in gol per la seconda domenica consecutiva e ancora una volta decisivo per i tre punti. Simone Aresti al 90′ neutralizza il calcio di rigore di Gabrielloni e mette in cassaforte il risultato.

Il gol dell’Olbia arriva al 19′, quando Ogunseye lancia in profondità e smarca Cocco, che batte Facchin con un preciso piatto destro dal limite dell’area.

Nella ripresa la partita non cambia inerzia. Al 50′ Cocco prova a lanciare Ogunseye, ma il tiro del numero nove termina alto sulla traversa. Al 52′ Giandonato pennella in area e Altare, con una torsione di testa, non riesce a sorprendere Facchin. Il Como prova a lavorare i bianchi sul fianco sinistro con Iovine e Cicconi deputati a rifornire l’attacco con palloni insidiosi, uno dei quali viene mancato da Gabrielloni per un soffio. Scoccata l’ora di gioco, l’Olbia si riporta in avanti ed è ancora Cocco a tenere in apprensione la retroguardia lariana, ma il suo tiro è respinto da Facchin. I minuti scorrono, in campo sale l’agonismo e qualche scaramuccia di troppo denota un comprensibile nervosismo nei locali che, all’89’ conquistano con l’intelligenza di Lanini un calcio di rigore. Ma Aresti dice: “No”.

Mister Oscar Brevi, soffisfatto per la vittoria, sa che la strada è lunga: “Siamo ovviamente molto contenti per il risultato ottenuto, torniamo in Sardegna con tre punti molto importanti perché diamo continuità a buone prestazioni e buoni risultati ottenuti contro squadre di alta classifica. Giocando in maniera ordinata e compatta per sfruttare le nostri armi nelle ripartenze, abbiamo concesso pochissimo al Como. Negli ultimi 15′ abbiamo sofferto come era normale che fosse e per questo dico che in alcune situazioni avremmo potuto essere più cinici. Dobbiamo continuare a fare punti e a risalire la classifica. Sarà dura, la strada è lunga ma la squadra sta acquisendo i concetti di aggressività, corsa e sacrificio. Quello che serve per salvarsi”.

TABELLINO
Como-Olbia 0-1 | 26ª giornata

COMO: Facchin, Bovolon, Sbardella, Toninelli, Iovine, De Nuzzo (46’ Cicconi), Marano (83’ Raggiogaribaldi), Bellemo, Celeghin (46’ Peli), Gabrielloni, Ganz (59’ Lanini). A disp.: Bolchini, Ferrazzo, Vocale, Bianconi, Vincenzi. All.: Marco Bianchini
OLBIA: Aresti, La Rosa, Altare, Dalla Bernardina (58’ Gozzi), Candela, Lella, Giandonato, Pennington (88’ Manca), Pisano, Cocco (74’ Parigi), Ogunseye. A disp.: Van der Want, Mastino, Zugaro, Pitzalis, Demarcus, Verde. All.: Oscar Brevi
ARBITRO: Giuseppe Emanuele Repace di Perugia. Assistenti: Stefano Lenza di Firenze e Santino Spina di Palermo
MARCATORE: 19’ Cocco
AMMONITI: 16’ La Rosa, 25’ Cocco, 65’ Lella, 67’ Peli (C), 81’ Marano (C), 92’ Toninelli (C)
NOTE: Recupero: 6′ st

(Visited 294 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!