Muretti a secco colorati all’esterno delle case, la sorprendente opera d’arte di Telti

I muretti a secco colorati di Telti.

L’associazione No arte – paesemuseo di San Sperate ha lanciato il suo appello e l’amministrazione comunale di Telti ha risposto. È così che Telti si è immersa nel colore grazie al muralismo declinato in chiave contemporanea. Ma partiamo dall’inizio.

Con il progetto LxL, l’associazione No arte – paesemuseo ha promosso l’insediamento di residenze d’artista in varie località dell’isola. Il fine è quello di creare dei collettivi artistici locali che rendano tali località più belle e colorate attraverso.

È così che a metà agosto, in concomitanza con la Sagra del Mirto, è giunto a Telti, come artista residente, il muralista bergamasco Paolo Baraldi, detto Il Baro. Il Baro, aiutato dalle due tutor, la vicesindaco di Telti Piera Azzena e la rittrattista locale Eleonora Spanu, ha raccolto intorno a sé un gruppo di ragazzi e ragazze delle scuole medie e delle superiori per iniziarli all’arte del muralismo.

Ispirato dai muretti a secco sardi Palo Baraldi, come prima cosa ha chiesto ai ragazzi di raccogliere ognuno una pietra che, per forma o colore, attirasse in modo particolare la loro attenzione. Il passo successivo è stato fargli riprodurre le pietre su carta. Il Baro ha poi riprodotto i disegni sul muro e ha lasciato ai ragazzi il compito di colorarli.

Questa la metodologia utilizzata per la creazione del primo murale che adesso può essere ammirato in piazza Kennedy. A questo ne sono seguiti altri due. Uno, sempre in collaborazione tra l’artista e i ragazzi, e uno, attualmente in fase di completamento, totalmente eseguito, dalla progettazione alla realizzazione, dai ragazzi di Telti e dalle loro tutor, a dimostrazione delle competenze acquisite nel corso di questa esperienza.

Prima di andare via Il Baro ha voluto lasciare a Telti anche una sua opera creata in solitario. L’intera facciata di un’abitazione è stata trasformata dall’artista in un’enorme e coloratissimo muretto a secco che ha donato luce ed allegria al paesaggio urbano che la ospita centrando, così, in pieno l’obiettivo dell’iniziativa.

(Visited 1.778 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!