Più di 10 milioni euro di nuove opere, la città di Tempio pronta a cambiare volto

Dalle strade alle scuole, tutti gli interventi previsti a Tempio.

Sono in arrivo a Tempio nuove opere pubbliche per circa dieci milioni e mezzo di euro, opere già finanziate sia con fondi regionali che statali che verranno cantierate entro l’anno, frutto dell’intenso lavoro dell’Amministrazione comunale che ha rivolto una particolare attenzione verso strade, chiese, impianti sportivi ed edifici scolastici. Sono numerosi i progetti, di valore superiore ai 100mila euro, che l’Amministrazione ha inserito nel Piano triennale delle Opere Pubbliche recentemente approvato.

“Abbiamo lavorato, in continuità con la precedente amministrazione, con grande impegno e sollecitudine – ha dichiarato il sindaco Gianni Addis – e vogliamo continuare in questa direzione. L’Amministrazione sta puntando molto sull’importanza della progettualità e della programmazione, e grazie al lavoro sinergico degli uffici, siamo riusciti ad attrarre numerosi finanziamenti, molti dei quali ci consentiranno interventi importanti sul patrimonio pubblico e sugli edifici scolastici“.

“Per quanto riguarda l’edilizia pubblica – ha spiegato Francesco Quargnenti, assessore ai Lavori pubblici, Ambiente, Viabilità urbana e extra urbana – il progetto più importante riguarda il completamento della ristrutturazione dell’ex Caserma Fadda. I finanziamenti, regionali e privati attraverso project financing, per un totale di 2.519.000 euro, consentiranno due interventi a completamento delle opere realizzate nel 2020, relative alla ridefinizione logistica degli spazi interni a seguito delle richieste dell’Arma e la completa realizzazione dei restanti corpi con la definizione della Caserma dei carabinieri (alloggi, mensa, rimessa auto e spazi esterni), inclusa la realizzazione della recinzione dell’area”. Dalla Regione Sardegna arrivano altri ulteriori fondi per progetti legati agli ambiti culturali e sportivi.

“Abbiamo ottenuto un importante finanziamento di 650mila euro per un progetto che ci sta molto a cuore – racconta l’Assessore Quargnenti – che consentirà di dare avvio alla creazione del Museo del Carnevale e alla Scuola della cartapesta. L’intervento prevede il consolidamento statico dalla struttura e nel primo stralcio funzionale il recupero di un primo spazio espositivo”.

Con un finanziamento regionale di 100mila euro è previsto l’intervento di consolidamento delle murature di una camera del Nuraghe Maiori, nonché la mappatura del cortile con indagini non invasive e il lavoro di studio e restauro dei materiali del Nuraghe.

Contributi regionali per un totale di 150mila euro sono anche quelli a supporto dello sport e degli sportivi tempiesi per la manutenzione straordinaria del Crossodromo Sergio Bruschi (viabilità di accesso all’impianto e sistemazione dell’area di partenza delle moto), e la copertura del terzo campo da tennis al momento scoperto, condizione essenziale perché Tempio possa essere selezionata come sede di competizioni tennistiche nazionali e internazionali.

Un finanziamento statale di 130mila euro verrà utilizzato per portare a termine l’intervento sul Palazzo municipale di Piazza Gallura, con il rifacimento del tetto e il completamento delle facciate che danno su via Roma e via Ferracciu e, sempre con fondi ministeriali (60.000 euro), è prevista anche la realizzazione di una nuova pavimentazione nel piazzale prospicente l’ingresso della Scuola elementare del Vecchio Caseggiato, che prenderà il nome di Piazza della Libertà.

Ci sono importanti novità anche sul fronte della viabilità grazie agli oltre 7 milioni messi a disposizione dalla Regione Sardegna. Un finanziamento di 4.863.000 euro, renderà possibile realizzare il secondo tratto del secondo lotto, di circa 600 metri, della strada Tempio – bivio Aglientu, in direzione Tempio, a completamento del lotto appena terminato. Un secondo intervento riguarderà la mitigazione del rischio idrogeologico delle vie Lissia e Murino, che prevede la realizzazione di una condotta in aiuto alla già preesistente tubazione di raccolta delle acque bianche per la gestione delle abbondanti portate provenienti dalla Custaglia con il dirottamento delle stesse fin oltre il ponte sulla strada per Oschiri con un finanziamento della Regione Sardegna di 400mila euro. Previste opere anche in area PIP: manutenzione straordinaria del Mattatoio, del Centro servizi e della viabilità dell’area ex Zir (1.800.000,00 euro).

Interventi importanti anche per l’edilizia scolastica, le chiese e i cimiteri con vari lavori di manutenzione straordinaria che riguarderanno: l’efficientamento energetico della Scuola elementare di San Giuseppe, con un finanziamento regionale di 187.500 euro assegnato per la sostituzione degli infissi, la messa in sicurezza della scuola elementare Vecchio Caseggiato con la sistemazione di tutta la copertura dell’edificio, anche questo finanziamento, di 347.606,77 euro, dalla Regione Sardegna; l’adeguamento alle norme Cpi, la prevenzione incendi, della scuola materna di via Belluno e della Scuola media con fondi statali (140.000 euro).

“È previsto anche un intervento nelle frazioni – spiega l’assessore Quargnenti – grazie a fondi regionali, infatti, realizzeremo il consolidamento del solaio della canonica parrocchiale di Bassacutena (95.000 euro), mentre con fondi di bilancio si provvederà all’aggiornamento del piano regolatore cimiteriale finalizzato all’ampliamento del Cimitero di Tempio e all’ampliamento dell’impianto di videosorveglianza nelle aree sensibili della Città, al fine di garantire alla nostra comunità una maggiore tutela e sicurezza”.

(Visited 1.412 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!