Dopo l’incidente, tornano d’attualità i cronici problemi della Olbia-Tempio

I problemi sulla statale Olbia-Tempio.

Una strada inadeguata. Insufficiente a soddisfare le centinaia di auto che la percorrono ogni giorno. Anacronistica per un territorio che usa le parole sviluppo e turismo come rotta per il futuro.

Stiamo parlando della statale 127, comunemente detta Olbia-Tempio. Anche ieri mattina, in occasione dell’incidente al bivio di Nuchis, ha dimostrato la sua inadeguatezza ai tempi attuali.

Non tanto perchè con un collegamento moderno, magari a 4 corsie, come se ne parla da decenni, probabilmente il frontale non sarebbe accaduto. Quanto perchè l’incidente ha paralizzato, come è normale che sia, fino al primo pomeriggio il traffico sulla statale. Con le auto dirottate a qualche chilometro da Tempio e per tutti un giro tortuoso da fare per arrivare a destinazione.

Una strada che aspetta una decisione urgente sul suo futuro. Per la quale non bastano più soltanto le promesse. E anche se la Provincia di Olbia-Tempio non esiste più, ed è fallito il tentativo di ricostituire quella cosiddetta del Nordest, non per questo l’importanza di questa arteria deve essere sottovalutata.

Condividi l'articolo