I terreni di Rinaggiu ora si possono vendere, accordo bipartisan a Tempio

I terreni circostanti al compendio di Rinaggiu.

Sono stati ufficialmente inseriti i terreni circostanti i padiglioni del compendio di Rinaggiu nell’elenco delle proprietà comunali valorizzabili, ovvero di quegli immobili non funzionali all’attività pubblica e dunque vendibili.

Una decisione che vede l’accordo della maggioranza con l’opposizione, mentre esprimono voto contrario le due consigliere fuoriuscite dalla maggioranza Alessandra Amic e Daniela Lattuneddu.

Le due consigliere fuoriuscite non risparmiano gli attacchi, sia sull’opportunità di prendere tale decisione in questo momento e chiedendo di rinviarla, sia sulle motivazioni della vendita che il vicesindaco Gianni Addis ha espresso. Secondo la consigliera Lattuneddu, infatti, le precedenti esperienze fallimentari di concessione non possono essere la giustificazione alla decisione dell’esecutivo di vendere l’immobile.

A riportare l’attenzione sulla questione in votazione è, invece, la minoranza di centrosinistra che rimarca come l’inserimento dei terreni circostanti sia il risanamento di un vizio di forma dei precedenti piani di valorizzazione, Infatti, tutte le strutture del compendio, compresi gli uffici e la casa del custode sono già inseriti in tale Piano, una precisazione più volte fatta anche dal vicesindaco e dalla consigliera Monica Liguori.

La minoranza riserva però anche una stoccata al gruppo di fuoriuscite ricordando proprio la presenza di tali strutture nel Piano di valorizzazioni sempre approvato dalla maggioranza all’unanimità in allegato al bilancio, un attacco ribadito anche da Liguori, consigliera in forza alla maggioranza. Diversi interventi sia della maggioranza che dell’opposizione hanno ricordato le difficoltà di gestione del compendio e i tanti tentativi di rilancio avvenuti sin dal 1987.

(Visited 1.437 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!