Tribunale di Tempio a rischio chiusura, il secco no della Lega

tribunale di tempio pausania

Le dichiarazioni del consigliere Giagoni.

Secco no della Lega all’ipotesi di chiusura del Tribunale di Tempio Pausania. A dirlo è il capogruppo in Consiglio Regionale Dario Giagoni. Una posizione condivisa anche segretario regionale, Eugenio Zoffili, il quale a sua volta ha parlato con il presidente della Commissione Giustizia del Senato, Andrea Ostellari.

“Tutti siamo concordi su una cosa: basta depauperamenti dei servizi nel territorio – commenta Giagoni – . Personalmente ritengo assai più utile che chi fa parte dell’attuale maggioranza alla guida del nostro Paese concentrasse le sue forze in interventi tesi a garantire la funzionalità dei Tribunali sardi esistenti, e di quello gallurese nello specifico, piuttosto che preferire la propaganda spicciola. Mi pare, inoltre, doveroso ricordare alla proponente che la Regione Sardegna potrebbe avere qualcosa da dire sulla dislocazione degli uffici nel suo territorio e non sarebbe certo stato male se, prima di partire per la tangente, fosse stata quanto meno interpellata in qualche modo, anche per evitare di nuocere a territori che già hanno pagato abbondantemente in termini di perdita dei servizi”.

“Questo è un errore che pensavamo essere ben compreso, e dunque evitato, dai colleghi del Movimento 5 stelle, in virtù anche delle recenti dichiarazioni rilasciate in pompa magna, a seguito della sfilata artistica a Tempio Pausania, dal collega Consigliere Regionale gallurese, il quale ha, a ben vedere, ribattuto molto sull’importanza di lasciare immutati i servizi dei territori onde evitare il dilagare dell’odioso fenomeno dello spopolamento – continua il capogruppo della Lega – . Appare, inoltre, inopportuno che proprio il Movimento 5 stelle si faccia promotore di una consimile iniziativa, per le note vicende di cronaca giudiziaria che coinvolgono drammaticamente un suo autorevole esponente.
Dovremmo piuttosto pensare a garantire ai due poli della Gallura eguale dignità ed eguali servizi, scongiurando il rischio che interessi meramente elettorali creino divari spesso insanabili tra le comunità. Chi governa ha il compito di agire per il bene del popolo e dei territori non per ben meno nobili scopi di partito o del singolo.”

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura