Aggressione dopo il derby al Nespoli di Olbia, come è potuta accadere

FOTO UFFICIO STAMPA ARZACHENA COSTA SMERALDA CALCIO

L’aggressione dopo il derby al Nespoli di Olbia.

La scarsa illuminazione del parcheggio accanto al campo e i toni tra le tifoserie, che forse si sono troppo accesi durante il derby di sabato scorso, perdendo di vista il senso di quella partita di campionato tra l’Olbia e l’Arzachena Calcio.

Mentre proseguono le indagini delle forze dell’ordine per individuare gli aggressori, si leva unanime il coro di soliderarietà nei confronti di Vanni Pittorru, colpito con catene e manganelli all’uscita dello stadio di Olbia, nel percorso verso il parcheggio del Nespolino.

LEGGI ANCHE IL RACCONTO DELLA VITTIMA DI ARZACHENA

Pittorru, 48 anni, ex dirigente dell’Arzachena Calcio, per foruna se l’è cavata solo con qualche ematoma. Ma anche con la certezza che, solo per il caso, non sia finita per lui molto peggio. “Quello che è successo sabato è un atto gravissimo e da condannare a tutti i livelli”, dice Roberto Ferinaio, consigliere comunale di Olbia del Movimento 5 Stelle, che rilancia con l’occasione il progetto della rete di monitoraggio intelligente, che era contenuta proprio nel loro programma elettorale.

“Con un sistema tecnologico a basso costo, oggi si potrebbe avere la possibilità di controllare la città in maniera più efficace e prevenire questi fenomeni – continua Ferinaio -. In un contesto in cui si hanno sempre meno risorse per assumere personale nelle forze dell’ordine questa è la soluzione, anche in un’ottica di smart city moderna”.

Condanna al gesto è arrivata anche dal consigliere comunale del Pd Rino Piccinnu, che ha sottolineato anche come sia importante “riportare l’educazione al centro, sia per i tifosi, sia nella vita di tutti i giorni”. “Episodi del genere non devono succedere e mi auguro che quei delinquenti vengano arrestati, ma bisogna imparare a contenere i toni del tifo, nel rispetto di tutti”, dice Piccinnu.

Anche l’Arzachena Calcio ha espresso, ieri sera, solidarietà nei confronti di Pittorru, “persona stimatissima ed ex dirigente della società biancoverde, vittima di una vile e brutale aggressione al termine del derby Olbia-Arzachena di sabato scorso”.

 

 

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura