Ad Arzachena al via lo screening sugli studenti e il personale scolastico

Domani lo screening ad Arzachena.

Lo screening sulla popolazione scolastica contro la diffusione del coronavirus finanziato dal Comune di Arzachena partirà domani, venerdì 8 gennaio, e terminerà, presumibilmente, giovedì 14 gennaio.

L’ente ha investito oltre 15 mila euro per l’acquisto di 1.600 tamponi antigenici rapidi e per ulteriori attrezzature necessarie allo svolgimento dei test in modalità drive through presso il parcheggio della palestra comunale in località Corracilvuna. Qui sono stati allestiti una tensostruttura e un percorso per l’ingresso e l’uscita delle auto.

A partire dalle 9:00 di domani, verranno sottoposte gratuitamente a tampone antigenico rapido nasofaringeo circa 330 persone al giorno tra alunni, personale docente e non docente degli istituti comprensivi 1 e 2, del liceo scientifico “Falcone e Borsellino” residenti nel Comune di Arzachena, dell’Istituto Alberghiero IPSAR “Costa Smeralda” residenti nel Comune di Arzachena. Inoltre i test saranno disponibili anche per autisti, assistenti, addetti mensa o altre figure che operano nelle scuole.

“Chi non fosse riuscito a inviarci il modulo di consenso informato per aderire alla campagna screening entro il 6 gennaio, può scaricarlo dal nostro sito e trasmetterlo anche oggi e nei prossimi giorni all’indirizzo coronavirus@comunearzachena.it – annuncia il sindaco Roberto Ragnedda – . Effettueremo i test fino a esaurimento scorte.  Si tratta di un primo intervento organizzato con l’intento di garantire maggiore sicurezza agli arzachenesi prima del rientro in classe dopo le vacanze natalizie. Lo screening fotografa una situazione momentanea, ne siamo consapevoli, ma l’attività è fondamentale per individuare eventuali casi di positività e isolarli, così da ridurre il rischio contagio. Nei prossimi giorni, verificheremo la necessità di investire ulteriori fondi ed estendere lo screening ad altre categorie a rischio, sempre con il coordinamento della Ats di Olbia e nel rispetto di eventuali ulteriori disposizioni regionali o nazionali”.

Con l’ordinanza del 31 dicembre scorso, il sindaco Roberto Ragnedda aveva disposto il posticipo della ripresa delle attività scolastiche in presenza a seconda degli istituti. Fatte salve ulteriori proroghe legate all’evoluzione della situazione epidemiologica e successive misure restrittive imposte dal Governo regionale o nazionale, ad Arzachena le attività a scuola riprenderanno l’11 gennaio per gli asili nido comunali e la scuola dell’infanzia e il 18 gennaio per la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado e la scuola secondaria di secondo grado.

(Visited 802 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!