La Costa Smeralda disegna il suo futuro: parcheggi, isole ecologiche e partnership con il Mater Olbia

I prossimi obiettivi del Consorzio Costa Smeralda.

Nel prossimo biennio saranno realizzate infrastrutture, come i parcheggi (Porto Paglia, all’ingresso del villaggio Porto Cervo e alla Marina di Porto Cervo), l’abbattimento di barriere architettoniche nel centro di Porto Cervo e la realizzazione di marciapiedi a Cala del Faro e all’ingresso Liscia Ruja del Cala di Volpe.

Ma il Consorzio Costa Smeralda lavora anche a progetti unici come le isole ecologiche a scomparsa, di cui sarà protagonista via Romazzino, unitamente al rinnovamento del verde urbano, come all’ingresso principale di Porto Cervo. Sono queste le linee di indirizzo dei prossimi anni. Inoltre, il Consorzio provvederà a consolidare ulteriormente i servizi con una partnership esclusiva con il Mater Olbia.

A queste attività si aggiungono obiettivi del piano strategico che entro il 2024 punta a un riposizionamento globale dell’immagine della Costa Smeralda, al recupero dell’autorevolezza e alla valorizzazione dell’appartenenza al Consorzio, alla promozione della destinazione con la creazione di una community internazionale, partendo dalla considerazione che Costa Smeralda® non è un toponimo, ma un marchio registrato.

Inoltre, per incrementare il coinvolgimento della community internazionale, nel 2019 il Consorzio ha intrapreso innovative attività di comunicazione, tra cui il portale Costa Smeralda (costasmeraldaportal.com), che contiene informazioni aggiornate su tutto ciò che riguarda la Costa Smeralda e la destinazione, con highlights sul mondo del lusso internazionale, il tabloid mensile Costa Smeralda Journal, organo ufficiale del Consorzio, un sistema di newsletter e il restyling del marchio e del logo Costa Smeralda.

(Visited 1.732 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!