Violentava la figlia e picchiava la moglie: condannato a 8 anni

Condanna confermata dalla sentenza della Cassazione.

Per anni aveva violentato la figlia, ancora adolescente, e picchiato la moglie. Ieri la sentenza della Cassazione, dopo le condanne in primo grado e in Appello, ha confermato per un cittadino albanese residente a Budoni la condanna a 8 anni di carcere.

L’uomo è accusato di violenze sessuali continuate e reiterate ai danni della figlia, all’epoca dei fatti 13enne, e di maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie. Nel 2016 il gip del tribunale di Nuoro gli aveva inflitto la pena di 8 anni di reclusione, oltre al risarcimento danni. Inoltre aveva disposto che a pena conclusa fosse applicata la misura del divieto di dimora nello stesso Comune della figlia, oltre al divieto di svolgere lavori a stretto contatto con minori .

Ora la sentenza della Cassazione, che conferma le condanne di primo e secondo grado, mette fine alla vicenda giudiziaria. La donna, nel corso dei procedimenti. è stata assistita dall’associazione antiviolenza “Prospettiva donna”.

(Visited 1.186 times, 1 visits today)

Note sull'Autore