Alimentis, nasce il consorzio per contrastare la povertà in Sardegna

Il progetto.

Il Progetto Alimentis, il cui avvio operativo è stato presentato ieri, è il risultato di un articolato percorso progettuale e realizzativo avviato dalla Fondazione di Sardegna nel 2018.

Sulla base di una precedente esperienza (della quale eredita il nome) finalizzata a contribuire alla battaglia contro lo spreco alimentare, in particolare nell’ambito della GDO, recepisce l’esigenza di ottimizzare e potenziare la preziosa attività delle principali associazioni di volontariato impegnate nel quotidiano lavoro di risposta ai bisogni primari delle fasce più deboli della società sarda.

In questa direzione, la Fondazione di Sardegna – nell’ambito della propria linea di attività denominata “Spesa Solidale” – ha definito un’idea progettuale capace di coinvolgere le migliori energie pubbliche e private verso soluzioni concrete orientate a incidere in modo efficace e sostenibile nell’azione di reperimento dei prodotti necessari (alimentari e non) alle persone in difficoltà, affiancandola all’attività di erogazione dei pasti.

La considerazione della progressiva insufficienza delle donazioni da parte della GDO dei prodotti alimentari in scadenza o con packaging deteriorato (ma comunque integri nella salubrità) e, di conseguenza, la crescente necessità delle associazioni di volontariato coinvolte di provvedere direttamente all’acquisto, ha determinato la necessità di sviluppare nuove soluzioni attraverso le quali riuscire ad assicurare la quantità e la varietà dei prodotti in modo costante.

Non si tratta, infatti, come ben chiaro, di partecipare, pur con entusiasmo, a sporadiche e utili iniziative di donazione ma, piuttosto, di garantire un supporto affidabile e decoroso a quanti si trovano costretti dalle difficoltà delle vecchie e delle nuove povertà a richiedere e ad usufruire di aiuto.

In questa direzione la Fondazione di Sardegna ha garantito il proprio sostegno sia sul piano finanziario che su quello dell’attività del gruppo di lavoro, contribuendo a far nascere il Consorzio Alimentis – che oggi comprende la Caritas, i Gruppi di Volontariato Vincenziano e la Casa della Fraterna Solidarietà – e, attraverso questo, a coinvolgere la Regione Autonoma della Sardegna – Consiglio Regionale e Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale – da una parte, e  Conad e Gruppo Centro Cash dall’altra.

Il Progetto Alimentis parte da questi soggetti che, nel primo modulo operativo, hanno già messo in campo un’azione del valore commerciale di oltre 500mila euro, corrispondenti a prodotti messi a disposizione delle cittadine e dei cittadini in difficoltà per il tramite delle associazioni che svolgono l’attività di assistenza.

L’augurio – e, insieme, l’obiettivo di medio periodo – è quello che questo gruppo di donatori, di operatori e di volontari possa allargarsi a quanti per capacità – non solo finanziaria – ruolo e competenza possano e vogliano partecipare in modo non simbolico, ricordandoci che – come diceva qualcuno – noi non possiamo aiutare tutti, ma tutti sono in grado di aiutare qualcuno.

Il Progetto Alimentis verrà sostenuto dalla Fondazione di Sardegna anche nel 2020, parallelamente al supporto che ogni anno la Fondazione garantisce alle singole associazioni operanti nel mondo del volontariato.

(Visited 220 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!