Andare in treno da La Maddalena ad Alghero, un’idea possibile

Il progetto.

Il Comune di Bortigiadas, l’Associazione Gallura da Valorizzare e ALTURS (Alleanza per un Turismo Responsabile e Sostenibile costituita dalle espressioni sarde di Italia Nostra, Slow Food, Federparchi e Touring Club) organizzano per sabato prossimo 5 Ottobre alle 10 presso la Sala Consiliare del Comune di Bortigiadas un incontro finalizzato a rendere note le potenzialità offerte dalla legge 128/2017 sulle Ferrovie Turistiche.

Difatti, la legge introduce, di fianco al classico concetto di viaggio contemplativo, il concetto di turismo attivo dove dei veicoli ferroviari a quattro posti si muovono grazie alla propulsione muscolare di turisti pedalatori. La valutazione e le deliberare le strategie del turismo ferroviario siano gli assessorati alla Cultura, ai Beni Ambientali, al Turismo e quanti altri interessati alla valorizzazione dei territori e si stabilisce che a definire e gestire le politiche commerciali siano chiamati i territori e gli enti locali. Infine permette che a condurre i treni storici possano essere dei volontari ad hoc addestrati e patentati da un’Impresa ferroviaria.     

Altrus a tutta questa innovazione aggiunge la proposta che i percorsi ferroviari si consolidino in corridoi ambientali protetti, dove la cultura, l’ambiente e l’enogastronomia, garantiti dalla competenza dei propri marchi associati, siano alla base di ogni ragionamento e della costruzione dei pacchetti turistici.

Altrus, propone poi che il primo corridoio ambientale colleghi l’arcipelago di La Maddalena con il golfo di Alghero utilizzando come asse la ferrovia storica che collega Palau Marina, alle origini stazione di La Maddalena, con Sassari e prosegue poi sino ad Alghero utilizzando la linea normalmente dedicata al trasporto pubblico locale.

(Visited 597 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!