Dagli arrivi in Sardegna alle scuole: prorogate le ordinanze

La proroga delle ordinanze.

Arriva la proroga fino al 30 aprile per i tamponi agi arrivi, le seconde case e le norme da rispettare per trasporto pubblico e scuole.

Resteranno quindi in vigore almeno per tutto questo mese le norme che regolano l’arrivo sull’Isola. Chi sbarca in Sardegna quindi, a meno che non abbia già ricevuto la seconda dose del vaccino o non sia in possesso di un certificato di negatività effettuato nelle 48 ore precedenti continuerà ad avere tre opzioni. La prima è quella di eseguire un tampone rapido direttamente all’arrivo. Altrimenti potrà scegliere di eseguire il test entro 48 ore dallo sbarco oppure di restare in isolamento fiduciario per 10 giorni. Le compagnie aeree e marittime controlleranno l’avvenuta registrazione nel portale Sardegna sicura. Prorogata anche l’ordinanza sulle seconde case: i proprietari non residenti in Sardegna possono entrare nell’Isola solo in caso di motivi di lavoro, salute o necessità.

Per le scuole superiori viene confermata la didattica in presenza per un massimo del 75 per cento della popolazione studentesca. Infine l’ordinanza conferma che “a bordo dei mezzi pubblici del trasporto pubblico locale, nelle modalità gomma, metro, ferro e marittimo, con esclusione del trasporto scolastico dedicato, è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento dei posti totali – prevedendo una maggiore riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti”.

(Visited 1.919 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!