Cuccioli abbandonati legati ad un cespuglio, orrore a Olbia

cuccioli olbiaFonte: Lida Sez. Olbia ODV

Due cagnolini sono stati salvati a Olbia.

Ancora un altro caso di grave maltrattamento verso gli animali. A Olbia due cuccioli sono stati trovati legati con il collo e le zampe ad un cespuglio. Sono stati trovati da un ciclista venerdì scorso nelle campagne di Olbia, il quale ha allertato le guardie dell’Ages.

I cagnolini hanno rischiato di morire per il sole, la fame e la sete, con il collo che era gonfio a causa della pressione delle corde di nylon. A raccontare l’orrore vissuto da Heidi e Peter sono i volontari della Lida di Olbia, attraverso la loro pagina ufficiale sui social. ”Questa è cattiveria pura, sono completamente invasi dalle zecche in ogni parte del corpo – dichiarano i volontari -, possiamo solo immaginare quanto abbiano sofferto. Il cappio al collo era talmente stretto da avergli provocato un forte gonfiore, causato dall’accumulo di abnormi quantità di liquido”.

”C’è tanto da riflettere e ancora non riusciamo a capire perché i pastori si accaniscano in questo modo nei confronti dei loro cani – proseguono -. Da tempo hanno accesso alla sterilizzazione gratuita, non perderebbero il controllo su di loro ed anzi sarebbe più semplice gestire le nascite indesiderate. La Regione Sardegna eroga finanziamenti per il benessere degli animali, ma ci domandiamo se i certificatori vadano mai di persona a controllare negli ovili come ovini e caprini vengono tenuti, oltre ai cani naturalmente. Sarebbe ora di mettere mano a questo annoso problema delle nascite senza controllo e relativa fine che subiscono i cani da pastore, bloccando queste atrocità”.

Condividi l'articolo