A Palau l’educazione ambientale inizia sui banchi di scuola, le iniziative

Le iniziative di educazione ambientale a Palau.

L’educazione ambientale inizia sui banchi di scuola. Gli studenti dal cuore verde dell’Istituto “Falcone e Borsellino” di Palau in prima linea insieme al Comitato “Amici di Talmone e Cala di Trana” per la difesa della natura. Declinare i temi dell’Agenda 2030 sul territorio per un futuro sostenibile è l’obiettivo della collaborazione su un progetto di educazione ambientale, che i docenti porteranno avanti nel corso dell’anno scolastico 2022/2023 in collaborazione con i volontari e le esperte del Comitato ambientalista.

Il coordinamento è affidato alla professoressa Tullia Mameli, responsabile del progetto, insieme alle ricercatrici Myriam Stelletti dell’Università di Sassari e Emanuela Russo Krauss dell’Università Parthenope di Napoli. Oltre alla biodiversità e alla tutela del territorio, nel progetto si darà un’attenzione particolare al consumo di plastica monouso. Nel corso dell’anno, con specifiche unità didattiche e conferenze degli esperti, gli studenti diventeranno parte attiva nella realizzazione di interventi per lo stop alla plastica sulle spiagge e nelle acque adiacenti alla costa del Comune di Palau e una campagna d’opinione per lo stop al fumo sulle spiagge. L’obiettivo è vincere la lotta contro l’inquinamento da questo prodotto ancora utilizzatissimo e liberare i litorali da tonnellate di mozziconi di sigaretta, velenose per l’ambiente e per l’uomo. 

“È importante che la difesa dell’ambiente e la cura del territorio partano dal basso, con iniziative larghe e partecipate, che coinvolgano pienamente la cittadinanza attiva – dicono i responsabili del progetto -. Iniziative che vedano coinvolti i giovani, cittadini attivi e consapevoli in formazione, facendone operatori e garanti del futuro del loro territorio“. 

Nella programmazione delle unità didattiche riferite alle tre classi IV e alle due classi V, il progetto trae ispirazione dal nuovo testo dell’articolo 9 della Costituzione della Repubblica Italiana, e dagli articoli 41 e 118 che permettono l’autonoma iniziativa dei cittadini per lo svolgimento di attività di interesse generale. Alle lezioni in aula tenute da Myriam StellettiEmanuela Russo Krauss per il Comitato degli “Amici”, seguiranno in primavera giornate di educazione ambientale all’aperto con gli studenti, nell’area di Cala Scilla, nelle spiagge di Talmone e di Cala di Trana, che avranno al centro i temi della tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi costieri, oggi soggetti a forti pressioni antropiche.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura