Emergenza sanitaria in Gallura, la preoccupazione delle associazioni

La preoccupazione Tavolo delle Associazioni della Gallura.

Anche il Tavolo delle Associazioni si unisce alla preoccupazione per la situazione della sanità in Gallura dopo i flash mob davanti agli ospedali di Olbia, Tempio Pausania e La Maddalena di ieri esprimendo la solidarietà verso i medici.

“Abbiamo appreso dalla forte denuncia fatta dai medici primari degli ospedali della Asl n°2, che hanno rappresentato con estrema chiarezza la grave situazione nella quale sono costretti ad operare, quale sia il livello dell’assistenza sanitaria in Gallura”, commenta il Tag.

“La situazione che ci è stata rappresentata in tutta la sua cruda realtà – dichiara il coordinatore Giacomo Meloni – ci impone come cittadini e come rappresentanti di interessi di non voltare la testa. Questa descrizione dello stato di cose con il quale devono fare i conti gli operatori sanitari e tutti noi potenziali pazienti merita risposte immediate e azioni unitarie che possano concretamente portare al risultato di un intervento urgente da parte della Regione Sardegna per garantire una piena operatività”.

La situazione della pandemia e la riorganizzazione dei servizi sanitari in questo territorio ci hanno certamente rappresentato in tutta la sua criticità quali e quante problematiche sono legate a questo tipo di carenze. Non è ammissibile che un territorio sia totalmente sprovvisto di presidi di base. Non stiamo neppure parlando di scegliere tra specializzazioni, reparti o altri aspetti di carattere organizzativo, ma di avere un minimo di assistenza per le banali quotidiane esigenze di una popolazione che vive su un territorio in un paese d’Europa. I cittadini, i lavoratori e le imprese di questo territorio meritano di avere almeno la dignità di vedere rispettati i loro diritti fondamentali dei quali quello alla salute è tra i primari”, continua Meloni.

Emergenza sanitaria in Gallura, è scontro. L’Ats: “Sempre garantita l’assistenza”

“Non vogliamo fare una battaglia di bandiera politica o di campanile territoriale – precisa il tavolo delle Associazioni della Gallura – . Questo tema è molto importante e siamo seriamente preoccupati di questa situazione per la quale esprimiamo la forte necessità di intervenire da parte di chi ne ha la competenza, e ci riferiamo in primis ai rappresentanti galluresi in Regione, sia di maggioranza che di minoranza, per difendere il territorio e portarne avanti le istanze. Siamo aperti e disponibili ad essere coinvolti in questo spirito, costruttivo e al di fuori da strumentalizzazioni di qualsivoglia genere per vedere rispettato un diritto sacrosanto come quello alla salute”.

(Visited 301 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!