Evasione fiscale e affitti in nero, scoperti oltre 300 mila euro non dichiarati

I controlli della Guardia di finanza.

Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate a contrasto dell’evasione fiscale, le Fiamme gialle del comando provinciale di Cagliari hanno, negli ultimi giorni concluso delle attività ispettive nei confronti di 3 soggetti del cagliaritano – una società ed una persona fisica – all’esito delle quali sono emerse violazioni in materia di mancata dichiarazione di ricavi al Fisco, parte dei quali riconducibili a canoni di locazione conseguiti in ragione dell’affitto di immobili di proprietà.

Nel primo caso, riguardante una società operante nel campo edile, le attività di verifica hanno interessato lo spettro globale della regolarità contributiva del soggetto ispezionato ed in questo alveo le Fiamme gialle hanno anche attenzionato il contratto di locazione immobiliare che la stessa società aveva stipulato con altra azienda del capoluogo, confrontando gli importi percepiti dalla cessione temporanea dell’immobile con le dichiarazioni dei redditi presentate dalla parte concedente.

Il controllo fiscale nei confronti della società si è concluso, per il periodo d’imposta 2018, con la constatazione di ricavi sottratti a tassazione per complessivi 245.871 euro, dei quali 31.880 riconducibili alla locazione di immobile commerciale mentre i rimanenti sono afferenti al core business dell’azienda, la quale peraltro, avendo omesso la presentazione della dichiarazione ai fini delle Imposte Dirette ed Irap è stata indicizzata quale evasore totale.

Un secondo caso ha riguardato un privato cittadino del capoluogo il quale, per tentare di non essere individuato “formalmente” quale dante causa in un rapporto di locazione immobiliare, non aveva nemmeno registrato il contratto di affitto quadriennale.

Tale omissione non ha comunque impedito ai Finanzieri di concludere positivamente il controllo: infatti, risalendo al locatario mediante mirati accertamenti, anche ricorrendo al controllo “porta a porta hanno appurato la mancata dichiarazione, per due annualità, di 17.100 euro derivanti dall’affitto di un suo immobile nonché contestato l’evasione dell’imposta di registro per 360 euro.

In un ultimo caso, un controllo relativo ad una locazione di immobile, sempre a Cagliari, ha consentito di appurare che i corrispettivi previsti nel formale e registrato contratto di locazione, non avevano trovato corrispondenza nella relativa dichiarazione dei redditi prestata dal proprietario dell’immobile, al quale, quindi, è stata contestata, per il periodo compreso tra il 2015 ed il 2018 un’evasione di 37.223 euro.

Gli interventi qui censiti si inseriscono nel più ampio ed articolato dispositivo della Guardia di finanza finalizzato al contrasto dell’evasione fiscale, fenomeno che produce effetti negativi per l’economia, ostacola la normale concorrenza tra le imprese, danneggia le risorse economiche dello Stato ed accresce il carico fiscale per i cittadini onesti.

(Visited 592 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!