Torna la Provincia in Gallura. Nizzi: “Rimediato ad un grave danno”. Carzedda: “Giornata storica”

I commenti sulla nuova Provincia Nord Est.

Una giornata storica. Così la definiscono l’assessore regionale degli enti locali Quirico Sanna e il subcommissario Pietro Carzedda. “Questa legge è stata molto travagliata – ha detto -, oggi finalmente il centro destra riesce ad approvare qunto promesso dal governatore Solinas, il quale durante la campagna elettorale disse che terrà i punti è quella di ripristinare le province”. L’assessore in aula ha omaggiato Pietro Luciano e Mario Scampuddu, i quali si sono battuti invano negli anni 70 e 80 per l’autonomia provinciale.

Si tratta di una riforma nata nei territori e fortemente voluta dalla Gallura. “A differenza degli altri territori – ha detto Sanna -, la Gallura ha fortemente voluto la provincia forte della sua autonomia come sentimento diffuso. Grazie ai sindaci, anche le altre regioni hanno chiesto di estendere la riforma”. Secondo l’assessore regionale è importante la presenza di una provincia della “Gallura”. La nuova provincia porterà ad avere risorse economiche per la viabilità, le scuole locali e più servizi. “Finalmente non dovremo poi condividere il bilancio con Sassari – ha detto il sub commissario Pietro Carzedda -, dove ci spettavano solo un terzo di risorse economiche. É un giorno storico per noi, abbiamo lavorato molto nell’ultimo anno per arrivare a questo traguardo”.

“Con l’abolizione di Olbia-Tempio abbiamo subito un grave danno – ha detto il sindaco di Olbia Settimo Nizzi -, sono felice che finalmente è stata ripristinata la Provincia e ringrazio a chi ha contributo in questo importante riconoscimento”.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura