Grande successo per il planetario al Museo archeologico di Olbia

Sono state 3.500 i visitatori.

Il planetario allestito al museo archeologico di Olbia è stato un successo. Dal 13 al 21 gennaio sono state 3.500 le persone che hanno visitato la struttura e partecipato alle numerose e coinvolgenti attività organizzate al suo interno. Il progetto dell’assessorato comunale alla Pubblica istruzione, e gestito dall’associazione culturale Sas Janas, è stato promosso in occasione dei cinquant’anni dallo sbarco dell’uomo sulla Luna, anniversario celebrato lo scorso luglio in tutto il mondo.

“Ci aspettavamo tante persone, ma non immaginavamo una partecipazione di questo livello. Siamo davvero molto soddisfatti. Il successo dell’evento dimostra quanto gli argomenti legati alla scienza e all’universo suscitino un forte interesse nelle persone” commenta Claudia Pirina, presidente di Sas Janas.

Inaugurato il 13 gennaio alla presenza dell’assessora alla Pubblica istruzione Sabrina Serra, di mattina il planetario ha aperto le sue porte ai bambini delle scuole, mentre di pomeriggio alle famiglie. I visitatori di tutte le età hanno avuto l’opportunità di compiere un viaggio virtuale tra stelle, satelliti e pianeti – attraverso diverse proiezioni – sulle orme degli astronauti americani Neil Armstrong e Buzz Aldrin, i primi due uomini a sbarcare sulla Luna nell’estate del 1969. Tantissimi i visitatori che hanno indossato le tute spaziali per una foto ricordo e scoperto, grazie a una speciale bilancia cosmica, come varia il peso del corpo umano nei diversi pianeti del sistema solare.

(Visited 709 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!