Riforma della sanità, torna l’Asl per la Gallura. Li Gioi: “Non è la soluzione”

Il consigliere regionale Li Gioi sulla riforma della sanità.

“Gli ospedali della Gallura hanno bisogno di medici, infermieri, tecnici di laboratorio e Oss in misura consona alle loro effettive esigenze, non di un ente amministrativo completamente privo di autonomia gestionale e finanziaria e quindi senza alcun reale potere operativo”. Il consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi critica il primo via libera alla creazione di 8 Asl per la Sardegna arrivato dalla Commissione Sanità.

Secondo Li Gioi con la riforma sanitaria non cambia nulla, in quanto all’Ats viene soltanto cambiato il nome: tutte le funzioni attualmente in capo all’Ats vengono acquisite dall’Ares, mentre le Asl sono sarebbero in grado di rispondere alle esigenze del territorio.

“Questa riforma sanitaria dal lato pratico, purtroppo, non porterà soluzioni – prosegue il consigliere pentastellato – ciò che occorre è un adeguamento degli ospedali galluresi a quelle che sono le reali necessità del territorio in un momento in cui la situazione è emergenziale e che, in vista dell’autunno, potrebbe diventare ancora più preoccupante. La Gallura ha urgente bisogno di un intervento che risani una situazione a dir poco disastrosa  in cui i medici non possono addirittura operare a causa della carenza di anestesisti”.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura