Monte Pinu, altro sit in di protesta per la strada chiusa da quattro anni

E’ chiusa dai giorni della tragica alluvione del 2013.

Oggi nuovo sit in di protesta per la strada di Monte Pinu, chiusa da quattro anni. I residenti attendono infatti dall’alluvione del 2013 che il tratto di strada venga ripristinato, e non è la prima volta che scendono a manifestare. Si tratta della provinciale 38 bis Olbia-Tempio interrotta proprio all’altezza di Monte Pino, danneggiata in quei tragici giorni dal crollo del monte che causò anche la morte di tre persone.

Nei giorni scorsi il comitato “Olbia Monte Pino” aveva consegnato un intero dossier sulla vicenda anche al ministro Graziano Delrio, il quale da parte sua aveva dichiarato che “rifare la strada di Monte Pinu è un dovere per le vittime”.

Sta di fatto che al momento la strada è ancora interrotta. E questo nonostante ci sia un progetto, ci siano le risorse economiche, e sia stato anche pubblicato il bando e ci siano tutte la autorizzazioni necessarie. Per questo il comitato ha deciso di organizzare un nuovo sit in di protesta, fino alle 16 di oggi, in località Macchia Manna, all’incrocio con la statale. Aperto, come hanno specificato dallo stesso comitato, a tutti quelli che hanno a cuore le sorti della vicenda.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura