Nardo Marino (M5S): “I trasferimenti Air Italy da Olbia a Malpensa si sono ridotti a 12”

L’ulteriore sviluppo positivo della vertenza rivelato alla Camera da Marino.

Il portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera Nardo Marino ha annunciato oggi, durante un suo intervento in Parlamento, l’ulteriore sviluppo positivo della vertenza relativa al paventato trasferimento di 51 lavoratori Air Italy da Olbia a Malpensa. Già sabato scorso, nel corso di una conferenza stampa convocata in città, il deputato pentastellato aveva rivelato che il provvedimento avrebbe riguardato soltanto 20 dipendenti. Durante la discussione dell’interpellanza urgente da lui presentata sulla continuità territoriale, la questione Air Italy e il problema low cost dell’Aeroporto di Alghero, Nardo Marino ha sottolineato: “I trasferimenti si sono ridotti a 12″. Marino, raggiunto telefonicamente, stigmatizza gli attacchi subiti dal fronte politico e sindacale nelle scorse settimane: “Il nostro lavoro sta continuando a pagare. Preferiamo i fatti alle sterili strumentalizzazioni”.

Ricordando l’importanza dell’interessamento del Governo: “La vertenza, su mia iniziativa, si sta svolgendo su due tavoli. Quello politico del Ministero dello Sviluppo Economico e quello tecnico del Ministero dei Trasporti“. Una questione molto complicata dagli effetti già ora notevolmente ridotti grazie alla diplomazia. “La Regione negli anni scorsi ha avuto un capacità di mediazione pari a zero. La politica, per quanto mi riguarda, ha fatto quello che doveva fare. Cioè opera di persuasione nei confronti di un’azienda contrattualmente legittimata a prendere una decisione eticamente discutibile e molto gravosa per i dipendenti“.

E adesso cosa succederà? Nardo Marino non ha difficoltà a rispondere: “Spetta ora ai sindacati attivarsi con l’azienda per far sì che gli effetti siano ulteriormente ridotti. Questo è il loro lavoro”. Nel corso del suo intervento alla Camera Marino ha sottolineato il fallimento dell’operato della Giunta Regionale in carica autrice di un bando sulla continuità territoriale che si è rivelato un flop prima di  essere bocciato ufficialmente dall’Unione Europea: “Se non ci fosse stato il provvedimento di proroga da parte di questo Governo i sardi si troverebbero in questo momento senza trasporti aerei regolari garantiti ed economicamente sostenibili, in balia del libero mercato“. Sulla questione low cost Nardo Marino ha messo in rilievo che “l’assenza di una visione strategica da parte della Regione ha messo in gravissima difficoltà l’Aeroporto di Alghero e l‘economia turistica di uno dei fiori all’occhiello dell’offerta turistica isolana, in seguito all’abbandono di Ryan Air”.

(Visited 659 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!