Nuove alberi a Olbia per l’iniziativa “M’illumino di meno”

L’iniziativa della Assl di Olbia.

Anche la Assl di Olbia aderisce a “M’illumino di meno”, la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico organizzata. L’Area socio sanitaria  della Gallura quest’anno parteciperà all’evento, in programma il 6 marzo, con un importante intervento di piantumazione di macchia mediterranea nella sua sede aziendale.

M’illumino di meno è la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sulla razionalizzazione dei consumi energetici, ideata dal programma radiofonico Caterpillar, in onda su Radio 2 RAI. L’evento, giunto alla quindicesima edizione, ha lo scopo di attirare l’attenzione sull’efficienza e sul consumo intelligente di energia.  L’invito di Caterpillar quest’anno è quello di piantare un albero, e più in generaleaumentare il verde intorno a noi,  perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica e sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature.

Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo.

“Quest’anno la Assl di Olbia ha deciso di partecipare attivamente all’iniziativa, sposata ormai da anni e che ci vede sempre più coinvolti in interventi strutturali volti a migliorare i sistemi di efficientamento del consumo energetico. Ma oltre a queste azioni di lungo periodo, quest’anno abbiamo deciso di lanciare un segnale forte alla collettività. Grazie alla collaborazione con l’agenzia Forestas, con la quale collaboriamo ormai da anni, metteremo a dimora nelle aree verdi della sede amministrativa di via Bazzoni Sircana, diverse piante di macchia mediterranea, che oltre ad abbellire lo spazio, contribuiranno a ridurre la presenza nell’aria di anidride carbonica”, spiega il direttore della Assl di Olbia, Paolo Tauro.

In materia di efficientamento energetico  la Assl di Olbia ha già ultimato l’installazione e messo in funzione, nell’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia un sistema di produzione di energia a “biomassa solida” (pellet) e generatori a condensazione per il riscaldamento della struttua: “l’obiettivo dell’intervento è quello di ridurre il consumo di gasolio, andando a ridurre le emissioni inquinanti e, allo stesso tempo, ridurre la spesa per l’approvvigionamento del combustibile”, spiega il direttore della Assl.

Interventi che verranno estesi anche alle altre strutture aziendali: a breve partiranno degli interventi di riqualificazione tecnologica e di efficientamento energetico nella struttura polifunzionale “San Giovanni di Dio”, a Olbia. L’intervento si prefigge di azzerare l’utilizzo di combustibile liquido di origine fossile, conseguendo emissioni inquinanti pari a zero.

(Visited 201 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!