Il Geovillage passa al Cipnes: si cercano nuovi investitori per il rilancio

Il rilancio del Geovillage di Olbia.

Il Geovillage di Olbia passa al Cipnes. La società ha riacquisito le aree e delle strutture, appartenenti alla società Sviluppo Olbia Spa attualmente in fallimento. Il Geovillage sarà quindi riassegnato a un imprenditore, o gruppo di imprenditori, con una selezione attraverso proceduta valutativa competitiva.

La manifestazione di interesse del Cipnes riguarda la procedura amministrativa per la riacquisizione del Geovillage. Le manifestazioni di interesse per il Geovillage dovranno pervenire al Cipnes entro il 1 marzo 2021 tramite pec. I beni della struttura andranno al nuovo gestore, mantenendo l’attuale funzione turistico-alberghiera e sportiva. L’area da espropriare sarà quella relativa al verde attrezzato di 18 ettari, con una superficie coperta di 26 mila metri quadri per un volumetria edificata complessiva di circa 147 mila metri cubi.

La decisione del Cipnes è maturata anche alla luce delle esigenze manifestate dalle associazioni sportive del territorio, per salvaguardare, rilanciare e valorizzare il grande patrimonio sportivo e sociale del Geovillage. La struttura è dotata di un albergo, campi da tennis, campi da basket e volley, centri benessere, bar, ristoranti e aree verdi, arricchendo l’offerta produttiva di Olbia.

È una sfida per il 2021 dopo le grandi difficoltà del 2020 causate dall’emergenza sanitaria, un segnale di forte speranza per l’imprenditoria sportiva e turistica, ma anche per rilanciare l’occupazione in Gallura. Il Cipnes espropriò quei terreni per pubblica utilità e poi li cedette in via agevolata alla società attuale in fallimento, con convenzione amministrativa stipulata il 31 marzo 2000. La riacquisizione immobiliare da parte del Cipnes, dopo il fallimento di Sviluppo Olbia, è finalizzata alla riassegnazione del compendio immobiliare a un qualificato operatore economico da selezionarsi.

Questo avverrà sulla base di un prezzo corrispettivo di trasferimento a favore dell’investitore prescelto, relativamente  alle edificazioni e ai fabbricati costruiti dalla cessionaria fallita Sviluppo Olbia Spa, corrispondente al valore stimato da perito indipendente, decurtato degli eventuali contributi pubblici attualizzati ricevuti dalla cessionaria precedente per la realizzazione e l’esercizio dell’insediamento produttivo, oltre che sulla base del prezzo attualizzato sostenuto dalla esproprianda cessionaria per l’acquisizione (risolutivamente condizionata) dei terreni da essa edificati produttivamente.

(Visited 1.380 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!