Peggiorano gli indici Covid in Sardegna, ma i numeri sono da zona gialla

Il monitoraggio della Fondazione Gimbe in Sardegna.

Peggiorano gli indici Covid in Sardegna, ma i dati sono da zona gialla. E’ questo quello che emerge nell’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe per l’isola nella settimana dal 17 al 23 marzo. Resta sotto controllo la situazione dei posti letto occupati dai pazienti positivi che sono ben al di sotto della zona di guardia.

I casi attualmente positivi ogni 100mila abitanti hanno subito un leggero aumento e passano dai 795 di settimana scorsa a 817. L’incremento percentuale segna un +40,4%. I posti letti occupati pazienti covid in area non critica restano invariati al 11%, mentre quelli in terapia intensiva scendono al 12%, due punti percentuali in meno rispetto alla scorsa settimana.

Per quanto riguarda l’Italia il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana dal 17 al 23 marzo 2021, rispetto alla precedente, una lieve riduzione dei nuovi casi (150.033 vs 157.677) e dei decessi (2.327 vs 2.522). Continuano invece ad aumentare i casi attualmente positivi (560.654 vs 536.115), le persone in isolamento domiciliare (528.680 vs 506.761), i ricoveri con sintomi (28.428 vs 26.098) e le terapie intensive (3.546 vs 3.256).

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura