Una piantagione di marijuana in casa a Trinità d’Agultu

L’operazione dei carabinieri a Trinità d’Agultu

Continuano, serrati, i servizi di contrasto e repressione ai reati in materia di stupefacenti nella compagnia carabinieri di Valledoria. Ieri sera, nel mirino degli investigatori, è finita una coppia di Trinità d’Agultu. Da tempo i carabinieri monitoravano l’abitazione di quell’uomo e di quella donna, nei pressi della quale ultimamente si era intensificato uno strano movimento di giovani. Ieri, in tarda serata, è scattato il blitz all’interno dell’appartamento occupato dalla coppia, M.L. un sassarese di 45 anni e P.N. trinitaese di 41, conviventi a Trinità.

Una volta fatta irruzione in casa, i carabinieri hanno trovato, ben nascosti, quattro etti di inflorescenze di marijuana già imbustati e pronti per essere spacciati e quattro chili di foglie della stessa sostanza. Quello che i carabinieri non pensavano di trovare, però, era un intero locale dell’appartamento adibito a serra.

All’interno della stanza, infatti, era presente una piccola piantagione composta da quindici piante di marijuana di diverse altezze, per la cura delle quali la coppia utilizzava un vero e proprio kit, composto da lampade alogene e da un impianto di areazione, che riproduceva alla perfezione il clima ideale per la crescita e la maturazione delle piante.

Per l’uomo, pluripregiudicato per reati specifici, sono immediatamente scattate le manette ai polsi ed è stato ristretto presso la propria abitazione in regime di arrestri domiciliari. La donna, incensurata, è stata denunciata a piede libero. Entrambi dovranno rispondere al giudice per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. 

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura