Sbarca a Olbia con 30 ovuli di eroina nello stomaco, arrestato un 46enne

I controlli al porto di Olbia.

Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando provinciale di Sassari per la prevenzione ed il contrasto del traffico di stupefacenti, le Fiamme gialle del gruppo Olbia, in servizio presso il porto Isola Bianca, hanno arrestato un cittadino nigeriano di 46 anni, domiciliato ad Arborea, per traffico di eroina.

Nel corso dei controlli previsti allo sbarco delle imbarcazioni, i cani antidroga Betty, Ether e Holiver hanno segnalato senza esitazione il cittadino nigeriano tra i passeggeri in coda agli sbarchi pedonali dalla motonave proveniente dal porto di Civitavecchia. Sono stati quindi disposti specifici approfondimenti diagnostici all’ospedale di Olbia dove è stato possibile individuare oltre trenta “corpi estranei” ingeriti dal 46enne.

Gli ovuli sono poi risultati contenere complessivamente 350 grammi circa di eroina di altissima qualità del tipo “brown sugar” che una volta tagliata ed immessa sul mercato illegale avrebbe potuto fruttare oltre 70.000 euro.

Al termine delle attività, il soggetto è stato arrestato in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria di Tempio Pausania che ne ha disposto l’immediato trasferimento presso il carcere di Bancali a Sassari.

L’attività svolta dalle unità cinofile del Gruppo si inquadrata in un più ampio dispositivo di controllo e repressione dei traffici illeciti nei principali punti di accesso del nord Sardegna, soprattutto in un periodo dell’anno che vede lo scalo portuale gallurese, fra i principali, per transito turistico.

Condividi l'articolo

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura