Prove di alta stagione a Olbia, turisti fermati al porto con pietre di Fordongianus nel cofano

pietre porto olbia

Due turisti toscani erano in partenza da Olbia con le pietre nei bagagli.

Una delle pratiche più irrispettose che possano mettere in pratica i turisti in Sardegna, oltre che nello sporcarne il territorio, consiste nel depredarlo. Generalmente, in alta stagione, siamo ormai quasi abituati a furti di sabbia o pietre prelevate dagli arenili delle spiagge della Sardegna e portate via in contenitori, zaini e bagagliai delle auto.

Ma anche in bassa stagione, con l’allentarsi dei controlli e la normale diminuzione di personale di sicurezza nei presidi degli accessi al territorio sardo, spesso vengono colti in flagrante turisti con al seguito “ricordini” della Sardegna. Questa volta, al porto di Olbia, la security ha fermato due turisti con una ventina di pietre di Fordongianus nei bagagli.

E’ accaduto ieri mattina, quando i due turisti, una coppia toscana, stava per imbarcarsi per Livorno con le pietre prelevate dalla zona termale di Fordongianus – probabilmente da siti archeologici, vista la conformazione particolare delle pietre – nel cofano. Gli agenti di sicurezza dell’autorità di sistema portuale del Mare di Sardegna li ha individuati nel corso delle ispezioni di routine sui passeggeri in zona di imbarco. E’ stata stata informata informata dell’episodio l’agenzia delle dogane.

Condividi l'articolo