Un respiratore per l’ospedale di Olbia: quasi 140mila euro raccolti in 5 giorni

Sono già partiti i primi ordini.

La raccolta fondi avviata dall’Associazione scientifica Janasdia per la ricerca sul diabete, con la collaborazione della società AllMeConnection, per sostenere l’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia in questo momento di crisi, sta raggiungendo il suo scopo.

Il cittadino comune, tanti imprenditori locali e non, ma anche cantanti, artisti, personalità estere hanno aderito. In cinque giorni sono stati raccolti circa 140mila euro di cui 91mila euro già accreditati sul conto di Janasdia.

L’associaizone ha già iniziato ad effettuare i primi ordini. In queste ore sono partiti gli ordini alle aziende per un ventilatore ad alte prestazioni (del valore di 36.050 euro), 8 macchine alti flussi (del valore di 35.136 euro), entrambi destinati al reparto di Rianimazione dell’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia, e i restanti (19.872 euro) per l’acquisto di dispositivi per la protezione individuale (come mascherine, occhiali, tute) per tutto il personale della Assl di Olbia.

Il primo obiettivo della raccolta, è stato ampiamente superato, a dimostrazione della grande generosità della Gallura, degli italiani e non solo, un aiuto concreto e un messaggio di ringraziamento che la popolazione ha voluto lanciare ai tanti operatori sanitarie schierati in prima linea.

Per poter donare è sufficiente inviare un bonifico all’Iban
IT15I0306972148100000000439 intestato a Janasdia, con la causale Covid-19, un respiratore per l’ospedale di Olbia.

Alla fine della campagna di raccolta tutte le donazioni verranno rendicontate nel massimo della trasparenza,che da sempre contraddistingue l’attività dell’associazione Janasdia, che ha iniziato la sottoscrizione donando mille euro.

(Visited 1.139 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!