Ristoranti troppo cari a Olbia? Confcommercio: “Non è vero”

La risposta di Confcommercio e Fipe Gallura per i ristoranti a Olbia.

La Confcommercio di Olbia e la Fipe Gallura hanno preso le distanze dalle lamentele sul caro prezzi nelle pizzerie e nei ristoranti della città. I rappresentanti dei ristoratori hanno smentito le notizie riguardanti anche ”pratiche commerciali scorrette”.

Confcommercio Olbia e Fipe Gallura ritengono che la reputazione degli esercenti è stata violata dalla lettera del cittadino. “Ci preme chiarire che l’esposizione chiara ed inequivocabile di prezzi e listini all’interno dei menu di ristoranti e pizzerie garantisce il cliente dal dover fronteggiare circostanze spiacevoli una volta giunto in cassa – spiegano -. Vale inoltre la pena ricordare che il sistema in cui ci troviamo ad operare è ben permeato di meccanismi e strumenti a tutela dei consumatori i quali sono portatori di diritti pieni ed oramai ben consolidati di essere informati, protetti e se del caso risarciti da condotte truffaldine”. 

”Siamo inoltre convinti che il settore della ristorazione olbiese offra un’ampia alternativa di prezzi e servizi tali per cui il consumatore si trovi nella condizione di scegliere consapevolmente il ristorante presso cui recarsi – si difendono -. Diverso ed evidentemente non attuabile è il pretendere di avvalersi del miglior servizio e del miglior prodotto al prezzo più basso arrogandosi per di più il diritto di accusare di condotte illegali e mafiose chi esercita la propria professione non senza rischi, sfide e talvolta difficoltà”. 

Condividi l'articolo